Max Rieger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Rieger
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Altezza 179[senza fonte] cm
Peso 76[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra SC Mittenwald[senza fonte]
Ritirato 1974
 

Max Rieger (Mittenwald, 10 luglio 1946) è un ex sciatore alpino tedesco occidentale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo tra la fine degli anni 1960 e i primi anni 1970, Rieger ottenne il primo piazzamento internazionale della sua carriera in occasione dei X Giochi olimpici invernali di Grenoble 1968, classificandosi 20° nello slalom speciale. L'anno dopo alla XX edizione della 3-Tre, a Madonna di Campiglio, fu 3º nella combinata[1].

Nel 1970 ottenne il suo primo piazzamento in Coppa del Mondo, il 18 gennaio a Kitzbühel (10º in slalom speciale), e partecipò ai Mondiali della Val Gardena, classificandosi 4° sia nello slalom gigante 4 sia nella combinata, mentre il 6 gennaio 1971 colse a Berchtesgaden in slalom speciale il suo primo podio in Coppa del Mondo (3° in slalom speciale). Agli XI Giochi olimpici invernali di Sapporo 1972, sua ultima presenza olimpica, si classificò 6° nello slalom gigante e non completò lo slalom speciale.

Il 2 marzo 1973 ottenne a Mont-Sainte-Anne in slalom gigante la sua unica vittoria in Coppa del Mondo, nonché ultimo podio. Ai Mondiali di Sankt Moritz 1974 fu 8° nello slalom gigante; l'ultimo piazzamento della carriera di Rieger fu il 9° posto ottenuto nello slalom speciale di Coppa del Mondo disputato a Madonna di Campiglio il 17 dicembre 1974.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 15º nel 1970
  • 3 podi:
    • 1 vittoria
    • 1 secondo posto
    • 1 terzo posto

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
2 marzo 1973 Mont-Sainte-Anne Canada Canada GS

Legenda:
GS = slalom gigante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'albo d'oro della 3-Tre dal 1950 al 2012 in newspower.it. URL consultato il 25 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]