Mater Terribilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mater terribilis)
Mater Terribilis
Autore Valerio Evangelisti
1ª ed. originale 2002
Genere romanzo
Sottogenere gotico, thriller, fantascienza
Lingua originale italiano
Ambientazione Cahors (Francia), 1362
Protagonisti Nicolas Eymerich
Serie Inquisitore Eymerich
Preceduto da Il castello di Eymerich
Seguito da La luce di Orione

Mater Terribilis è un romanzo del 2002 di Valerio Evangelisti, facente parte della serie incentrata sull′Inquisitore Nicolas Eymerich.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cahors (Francia), 1362. Nicolas Eymerich, Inquisitore Generale del Regno d′Aragona, viene inviato in missione per investigare sulla morte di due suoi confratelli, e sulle strane condizioni in cui sono stati ritrovati i due cadaveri.

Gradualmente durante la sua indagine sarà testimone di prodigi: stormi di famelici cervi volanti, anomalie temporali, frati deformi e folli. Tutti questi eventi sono legati ad un testo alchimistico, l′Aurora Consurgens, apocrifo attribuito a Tommaso d′Aquino, e alla figura della Mater Terribilis, incarnazione della femminilità ostile e distruttiva.

Nelle stesse terre, settant′anni dopo, si svolgeranno le vicende tragiche e gloriose di Giovanna d′Arco e Gilles de Rais durante la Guerra dei Cento Anni. Mentre nel XXI secolo, le armate di soldati Poliploidi appartenenti alla RACHE, e soldati Mosaici nei ranghi della Euroforce si massacrano, spronati da illusioni elettroniche demoniache.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]