Martino Ghisolfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Martino Ghisolfi dal latino Martinum de Ghisulphis (Cremona, XIV secoloXV secolo) è stato un disegnatore e crittografo italiano.

Fu al servizio dei Gonzaga, che assieme ai diplomatici dello Stato Pontificio, furono fra i primi signori del Rinascimento ad utilizzare codici cifrati per i loro messaggi.

Ghisolfi, nel suo Quaternetus ziffrarum M.ci D.N. exemplatum per me Martinum de Ghisulphis eius scribam de anno 1406, raccolse i codici (composti da simboli, figure geometriche, lettere e numeri) che vennero utilizzati per cifrare i messaggi di ambasciatori, diplomatici e segretari gonzagheschi. Le ultime cifrature create da Ghisolfi risalgono al 1419 e il suo metodo venne usato per moltissimi anni, praticamente sino al termine della dominazione gonzaghesca (1707).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Luzio, L'Archivio Gonzaga di Mantova. La corrispondenza familiare, amministrativa e diplomatica dei Gonzaga., vol. II, Firenze, 1922.
  • Pietro Torelli, L'Archivio Gonzaga di Mantova, vol. I, Mantova, 1920.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]