Marquis of Kensington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marquis of Kensington
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Rock
Periodo di attività musicale 1967 – 1968
Etichetta CBS

Marquis of Kensington è un progetto musicale inglese, sviluppato interamente in studio di registrazione alla fine degli anni sessanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Facevano parte del progetto Robert Wace, all'epoca manager dei The Kinks, come musicista/cantante, e il produttore Mike Leander che prestava il proprio volto[Chiarire], già in forza alla Decca, durante gli anni sessanta, e in seguito alla Bell, negli anni settanta; aveva inoltre collaborato con Gary Glitter, Peter Frampton, Joe Cocker, Marc Bolan, The Small Faces e altri.

Basti pensare che il loro primo lavoro, il 45 giri The Changing of the Guard, è opera di Wace, che pur usando la propria voce - preferendo mantenere l'anonimato - fece comparire al proprio posto in copertina il produttore, Leander[1]. E a certificare la natura scherzosa dell'opera, sul lato B del disco viene proposto un brano, questa volta attribuito ai The Marquis of Kensington's Minstrels, suonato al contrario, con il titolo Reverse Thrust.

The Changing of the Guard riscosse talmente tanto successo da venir utilizzata dal regista Peter Whitehead come colonna sonora del suo documentario del 1967 Tonite Let's All Make Love in London.

  • Così ricorda uno dei componenti dei The Kinks in merito a The Changing of the Guard:

« "... it was the last throw of the dice: the Kinks were not working and money was tight - desperate times, desperate measures. We took the track to Germany and sold it, got the contract and the cheque all in one day! We thought no more about it until one day the record coy called and said that it was a hit and they wanted to do a TV promo tour. This is where our troubles began, Robert Wace refused to go so we found a good looking kid on the King's Road and taught him to mime."[Tradurre] »

Il pezzo strumentale Flash del 1968 - originariamente suonato con pianoforte, organo Hammond, stomping beat e fuzz guitar - venne poi ripreso nel 1969 da Lee Patterson Train. Ma fu, sempre nel 1969, il direttore d'orchestra Mario Battaini che, con il nome d'arte di The Duke of Burlington, lo riarrangiò e presentò in una differente versione, rendendolo un successo internazionale.

Tra le registrazioni del gruppo nel 1968 vi è anche una cover di un pezzo originariamente cantato nel 1962 da Carole King It Might as Well Rain Until September.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1967 - The Changing of the Guard/Reverse Thrust (Immediate Records, CBS 8203)
  • 1968 - Sister Marie/Flash (CBS, 3123)
  • 1968 - It Might As Well Rain Until September/Folks In The City (CBS, 3722)

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1967 - Tonite Let's All Make Love in London, colonna sonora
  • 1981 - Best Of Pop Music - Oldies - Vol. IV (Memory, 296 979)
  • 1984 - Let's Have A Party (CBS, 402339)
  • 2007 - Pop In Volume 3: Buried Treasure From British Pop's Rainbow Years (Elevator Music Co)

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • The Changing of the Guard, i Marquis of Kensington cantano in un'apparizione alla televisione tedesca del 26 agosto 1967 (ENG-002, PAL, quality; 9/10, DVD 2, Beat Club, German-tv, 1967).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marquis of Kensington in Rate Your Music

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock