Mark McMorris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mark McMorris
MarkMcMorrisCampofChampions.jpg
Nazionalità Canada Canada
Altezza 175 cm
Peso 75 kg
Snowboard Snowboarding pictogram.svg
Specialità Big air, slopestyle
Palmarès
Olimpiadi 0 0 3
Mondiali 1 2 0
Winter X Games 10 9 3
Coppa del Mondo di freestyle 1 trofeo
Coppa del Mondo di big air 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 aprile 2022

Mark McMorris (Regina, 9 dicembre 1993) è uno snowboarder canadese. È uno specialista delle discipline freestyle big air e slopestyle, nel suo palmares figurano tre medaglie di bronzo olimpiche, tre medaglie iridate, tra le quali una d'oro, e ventuno medaglie agli X Games.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mark McMorris è nato a Regina, nella provincia canadese del Saskatchewan. È figlio di Don McMorris, politico della provincia e contadino, e di Cindy McMorris, infermiera. Il fratello Craig McMorris, di due anni più grande di lui, era anch'egli uno snowboarder professionista, ora inattivo. I due si sono allenati e hanno gareggiato insieme. McMorris ha iniziato con lo skateboard, per poi passare allo snowboard e al wakeboard, ma ha più tardi deciso di concentrarsi principalmente nella disciplina sulla neve. Possiede diversi tatuaggi, tra i quali uno che rappresenta il Saskatchewan, la sua provincia d'origine[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Attivo in gare FIS dal gennaio 2007 Mark McMorris ha esordito in Coppa del Mondo di snowboard il 23 gennaio 2010 a Québec, in big air, giungendo 8º; la settimana successiva ha conquistato la prima vittoria, nonché il suo primo podio nel massimo circuito, imponendosi nello slopestyle tenutosi a Calgary.

Ha partecipato all'edizione dei Giochi olimpici invernali di Soči 2014, occasione nella quale ha conquistato la medaglia di bronzo nello slopestyle. McMorris si è poi ripetuto quattro anni dopo vincendo nuovamente il bronzo a Pyeongchang 2018, sempre nello slopestyle[2]. Durante la stessa olimpiade non è riuscito ad esprimersi al meglio nel big air, dove si è classificato 10°.[3] A Pechino 2022, ha nuovamente vinto il bronzo nello slopestyle.

Nel corso della sua carriera, Mark McMorris ha subito diversi infortuni, di media e seria entità. Durante gli X Games di Aspen 2014 McMorris puntava a ottenere la sua terza medaglia d'oro nello slopestyle alla manifestazione, ma durante la terza ed ultima run, mentre si apprestava ad eseguire un Frontside 180° In per affrontare un rail, lo snowboarder colpì con la tavola il rail e ricadde con il costato sullo stesso, rompendosi una costola. L'atleta riuscì a scendere dal rail sulla tavola, ma si piegò a lato della pista dal dolore. McMorris chiuse al secondo posto la competizione, dietro al connazionale Max Parrot. Incredibilmente, lo snowboarder canadese riuscì a prendere parte ai Giochi olimpici invernali di Soči 2014 solo una decina di giorni dopo, dolorante e con la frattura tutt'altro che guarita, e vinse la medaglia di bronzo nello slopestyle[4]. Due anni dopo, nel febbraio 2016, durante il Shaun White's Air + Style Big Air a Los Angeles, subì un grave infortunio alla gamba destra. Dopo avere effettuato un Frontside Triple Cork 1440° in aria sul big air, McMorris non riuscì a fermare correttamente la rotazione della tavola in atterraggio e nella discesa verso la zona di arrivo s'incastrò nella neve e lo snowboarder venne proiettato in avanti, cosa che gli causò la rottura del femore della gamba destra. Il lungo ricovero dall'infortunio non gli permise di rimettere piede sulla tavola prima del luglio dello stesso anno, quando riprese ad andare in snowboard con degli amici in Australia[5]. Nel marzo del 2017 McMorris subì un pericoloso incidente che quasi gli costò la vita. L'atleta stava praticando con degli amici snowboard backcountry nei pressi di Whistler, nella Columbia Britannica, McMorris (probabilmente anche a causa delle cattive condizioni meteorologiche, caratterizzate dalla nebbia) non riuscì a mantenere la corretta linea di discesa e si schiantò in un gruppo di alberi: si ruppe la mascella, il braccio sinistro, la milza, il bacino, varie parti del costato e subì il collassamento del polmone sinistro[6]. Venne ricoverato al Vancouver General Hospital, e si rimise completamente dopo essere stato sottoposto con successo a due operazioni[7], riuscendo l'anno successivo a vincere nuovamente i bronzo olimpico.

McMorris nel corso della sua carriera ha ottenuto anche tre medaglie ai Campionati mondiali di snowboard, ossia un oro nel big air ad Aspen 2021 e due argenti nello slopestyle, a Stoneham 2013 e a Park City 2019). Ha inoltre vinto ventuno medaglie ai Winter X Games, delle quali dieci ori, otto argenti e tre bronzi, risultando uno degli atleti in attività più titolati nella manifestazione.

Lo snowboarder canadese è noto per essere riuscito a chiudere per primo alcuni difficili trick. Nel marzo 2011, durante le riprese del video "Park Session" per la rivista statunitense Transworld Snowboarding, McMorris riuscì ad eseguire un Backside Triple Cork 1440°, divenendo la prima persona a riuscirci. Più recentemente, il 28 aprile 2018, divenne il primo a portare a termine Double Cork su un rail, chiudendo un Front-Board Double Cork 1170° con Melancholy grab.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Winter X Games[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
30 gennaio 2010 Calgary Canada Canada SS
26 novembre 2016 Alpensia Corea del Sud Corea del Sud BA
11 febbraio 2017 Québec Canada Canada BA
25 novembre 2017 Pechino Cina Cina BA

Legenda:
SS = slopestyle
BA = big air

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Like a Hurricane in the Air': Mark McMorris, Olympic Snowboarding Gold Contender", su nytimes.com.
  2. ^ Last year he almost died in a snowboarding accident, su edition.cnn.com.
  3. ^ Results - Men's Big Air Final Run 3, su pyeongchang2018.com. URL consultato il 25 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 26 febbraio 2018).
  4. ^ McMorris faces uphill battle recover time for Olympics, su olympics.cbc.ca. URL consultato il 22 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2014).
  5. ^ http://xgames.espn.com/xgames/video/17938889/the-process-mark-mcmorris-episode-1, su xgames.espn.com.
  6. ^ MARK "THE UNBROKEN" MCMORRIS: DALLO SPAVENTOSO INCIDENTE AL BRONZO OLIMPICO, su it.eurosport.com.
  7. ^ Mark McMorris Backcountry Injury Update, su snowboarding.transworld.net. URL consultato il 22 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]