Mariottide (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mariottide
Mariottide (personaggio).jpg
Lingua orig.italiano
SoprannomeMaestro della tristezza
AutoreMaccio Capatonda
1ª app.23 gennaio 2007
app. it. inMai Dire Martedì
Interpretato daMaccio Capatonda
SessoMaschio
Etniacaucasica
Professionecantautore

Mariottide è un cantautore immaginario italiano inventato e interpretato da Maccio Capatonda. Ha avuto svariate apparizioni in televisione e in trasmissioni radiofoniche incentrate sulla sua disastrosa carriera lavorativa e sciagurata vita privata.[1]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

È un personaggio molto trasandato che indossa sempre completi scuri monocolore (che vanno dal nero al marrone) con giacche abnormi e pantaloni molto larghi. Porta i capelli lunghi e una barba poco curata.

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Soffre di una forte depressione a causa degli insuccessi lavorativi e delle condizioni famigliari ed economiche nelle quali versa.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È molto povero e deve badare al figlio (scemo) 50enne di nome Fernandello (interpretato da Herbert Ballerina). Durante le sue apparizioni scopriamo che Fernandello non è un figlio biologico e che è stato una delle cause della rottura del suo matrimonio.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo un cantautore terribile ha avuto diverse occasioni per ottenere successi lavorativi che, però, sono andate tutte in fumo.

Particolarità[modifica | modifica wikitesto]

A causa del suo basso livello d'istruzione spesso sbaglia la pronuncia di alcune parole o non usa correttamente i congiuntivi.

La sua musica è talmente pessima che a chi l'ascolta può causare tristezza, depressione, un comportamento autolesionista o la voglia di suicidarsi (per smettere di sentirla).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mariottide. URL consultato il 7 febbraio 2019.
  2. ^ Casa Mariottide, su zoo.105.net. URL consultato il 7 febbraio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]