Mario Scotti (docente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mario Scotti (Napoli, 31 luglio 1930Roma, 22 aprile 2008) è stato un docente e italianista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello dell'ex ministro degli interni Enzo, fu allievo di Attilio Momigliano (di cui curò il volume Lettere scelte, Firenze, Le Monnier, 1969) e insegnò letteratura italiana prima all'Università di Perugia, poi a quella di Roma. Studioso dell'opera di Ugo Foscolo, di cui curò numerose edizioni[1], fu anche presidente del comitato scientifico dell'Edizione nazionale delle opere di Benedetto Croce[2]. Curò anche l'edizione delle Prose scelte di Daniello Bartoli e Paolo Segneri (Torino, UTET, 1967), le Lettere milanesi (1815-21) di Silvio Pellico (Torino, Loescher-Chiantore, 1963), la nuova edizione ampliata dei Manifesti romantici e altri scritti della polemica classico-romantica (Torino, UTET, 1979).

In occasione del convegno svoltosi a Venezia nell'ottobre 1978 per il bicentenario della nascita di Foscolo, Scotti contribuì con un intervento intitolato L'«Edippo tragedia di Wigberto Rivalta» (Un inedito giovanile di Ugo Foscolo), attribuendo al poeta zacintio la tragedia Edippo, rinvenuta tra le carte del fondo Pellico presso l'archivio della Civiltà Cattolica a Roma. La scoperta, che data l'opera al medesimo torno di anni in cui fu composto il Tieste (gli ultimi del XVIII secolo), trovò il consenso dei maggiori foscolisti e segnò una tappa importante nella storia degli studi sull'autore dei Sepolcri.[3]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Foscolo fra erudizione e poesia, Roma, Bonacci, 1973
  • Foscoliana, Modena, Mucchi, 1997
  • Tra poesia e cultura, Modena, Mucchi, 2000
  • Il Dante di Ozanam e altri saggi, Firenze, L. S. Olschki, 2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco in SBN
  2. ^ Edizione nazionale delle opere di Benedetto Croce: presentazione e piano dell'edizione, Napoli, Bibliopolis, 1992
  3. ^ Lo scritto di Scotti, originariamente pubblicato in Atti dei convegni foscoliani (Venezia, ottobre 1978), Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 1988, vol. I, pp. 273-305, appare come introduzione a U. Foscolo, Edippo (a cura di M. Scotti), Milano, Rizzoli, 1983. Si veda, per il parere degli altri studiosi, la Postilla pubblicata in appendice.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filologia e interpretazione: studi di letteratura italiana in onore di Mario Scotti, a cura di Massimiliano Mancini, Roma, Bulzoni, 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88813453 · ISNI (EN0000 0001 0922 9053 · SBN IT\ICCU\CFIV\201074 · LCCN (ENn2005031863 · GND (DE119514036 · BNF (FRcb120838690 (data) · BAV ADV10128865 · WorldCat Identities (ENn2005-031863
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie