Marco Aponio Saturnino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Aponio Saturnino
Nome originaleMarcus Aponius Saturninus
GensAponia
Consolatotra il 41 e il 69 (suffectus)
Proconsolato69 in Mesia; 73-74 in Asia

Marco Aponio Saturnino (in latino: Marcus Aponius Saturninus; ... – ...) è stato un politico e militare romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marco Aponio Saturnino, originario della Betica,[1] era stato nominato membro della confraternita degli Arvali dal 57; fu nominato console suffetto durante il principato di Claudio o di Nerone, in un anno non precisato, e tra il 68 e il 69 fu nominato legatus Augusti in Mesia da Galba.[2] Nel febbraio del 69, sotto il principato di Otone, novemila Roxolani invasero la provincia di Aponio e questi riuscì a respingerli brillantemente, guadagnandosi una statua trionfale a Roma.[3]

Durante la guerra tra Vitellio e Vespasiano, tra settembre e ottobre, Aponio si schierò in un primo momento con Vitellio ma, visto che la sua causa era meno forte, si schierò per Vespasiano.[4] Dopo aver portato la legione VII Claudia, al comando di Lucio Vipstano Messalla, nel nord Italia,[5] i soldati si rivoltarono contro Aponio per una presunta lettera indirizzata a Vitellio, e il legatus riuscì a malapena a fuggire dalla propria villa.[6] Aponio rimase dunque a Padova per il resto della guerra e nel 73 fu nominato nuovamente legatus, questa volta in Asia.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Segenni 1990, pag. 54.
  2. ^ Ash 2007, pag. 333; Tortoriello 2004, pag. 464.
  3. ^ Tacito, Historiae, I, 79.
  4. ^ Ash 2007, pag. 333.
  5. ^ Tacito, Historiae, III, 5; 9
  6. ^ Tacito, Historiae, III, 11; Ash 2007, pag. 333.
  7. ^ Ash 2007, pag. 333; Knapp 1983, pag. 42.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
  • Tacito, Historiae. Wikisource-logo.svg
    • (IT) Storie Wikisource-logo.svg — traduzione in italiano di Bernardo Davanzati;
    • (EN) The Histories Wikisource-logo.svg — traduzione in inglese di Alfred John Church e William Jackson Brodribb.
Fonti storiografiche moderne
  • Rhiannon Ash, Corneli Taciti Historiarum, Book 2, Cambridge University Press, 2007, ISBN 9780521814461.
  • Robert C. Knapp, Roman Córdoba, University of California Press, 1983, ISBN 9780520096769.
  • Simonetta Segenni, I liberti ad Amiternum: ricerche di onomastica, Pisa, Giardini, 1990.
  • Annalisa Tortoriello, I fasti consolari degli anni di Claudio, Accademia nazionale dei Lincei, 2004, ISBN 9788821809170.