Marchese del Cenete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marchese del Cenete
Stemma
Data di creazione1491
Creato daIsabella I di Castiglia
Primo detentoreRodrigo Díaz de Vivar y Mendoza
Attuale detentoreMencía López-Becerra de Solé y Casanova-Cárdenas
Titoli sussidiariGrandato di Spagna: 15 maggio 1909

Marchese del Cenete è il titolo nobiliare spagnolo che la Regina Isabella la Cattolica concesse nel 1491[1] a Rodrigo Díaz de Vivar y Mendoza, I conte del Cid, figlio del Cardinale Mendoza e nipote del marchese di Santillana[2]. Il suo nome si riferisce alla subcomarca del Zenete nella Provincia di Granada[3]. Zenete o Cenete deriva dall'arabo sened, che significa "falda, salite, costa del monte", in riferimento ai declivi della Sierra Nevada[4].

Il primo marchese, Rodrigo Díaz de Vivar y Mendoza, costruttore del Castillo de La Calahorra[5], sposò Leonor de la Cerda y Aragón e successivamente María Fonseca. Sua figlia Mencía, II marchesa, morì senza discendenza, mentre sua figlia María, III marchesa, si sposò con Diego Hurtado de Mendoza, IV conte di Saldaña, erede del duca dell'Infantado, trasferendo così il Marchesato del Cenete alla Casa dell'Infantado, i cui membri lo usarono in maniera alternata, cosicché il I duca si chiamò duca dell'Infantado e marchese del Cenete, i successori si chiamarono marchese del Cenete e duca dell'Infantado[6].

Il maggiorascato del marchese includeva inoltre le baronie di Ayora, Alazque, Alberique e Gavarda nel Regno di Valencia e le signorie di Jadraque, del Castillo del Cid e di Alcocer, a Guadalajara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Data di concessione del Marchesato, Títulos Nobiliarios españoles y extranjeros autorizados en España Archiviato l'11 gennaio 2010 in Internet Archive., Registro Internacional de Armas Gentilicias (riag.es).
  2. ^ Concessione del Marchesato e genealogia dei Marchesi del Cenete.
  3. ^ (ES) Francisco Javier Simonet, Descripción del Reino de Granada bajo la dominación de los Naseritas, sacada de los autores árabes, y seguida del texto inédito de Mohammed Ebn AlJathib, Madrid, Imprenta Nacional, 1860, pp. 60-61.
  4. ^ (ES) Portal Turismo Comarca de Guadix, Municipios del Marqusado de Zenete, su elaccitano.com, 10 febbraio 2010. URL consultato il 2010 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2007).
    «Zenete que indistintamente se verá escrito con "z" o con "c", es palabra derivada del áreabe sened, que significa "falda, subida, cuesta del monte", por lo que en este caso haría refenecia al declive de Sierra Nevada hacia el norte.».
  5. ^ Anche a Granada si conserva la Casa del Marchese del Cenete. Archiviato il 5 aprile 2010 in Internet Archive.
  6. ^ (ES) Marqués del Cenete, Grandes de España. Genealogía detallada de los marqueses del Cenete, su grandesp.org.uk. URL consultato il 10 febbraio 2010..

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]