Diego Hurtado de Mendoza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diego Hurtado de Mendoza
Sopetran-santillana.jpg
Ritratto del duca dell'Infantado, 1470
Duca dell'Infantado
Stemma
In carica 1475 –
1479
Predecessore Nuova creazione
Successore Íñigo López de Mendoza
Nome completo Diego Hurtado de Mendoza y Suarez de Figueroa
Altri titoli Marchese di Santillana
Conte del Real de Manzanares
Marchese di Argüeso
Nascita Guadalajara, 1417
Morte Manzanares el Real, 25 gennaio
Padre Íñigo López de Mendoza
Madre Catalina Suárez de Figueroa
Consorte Brianda de Luna
Isabel de Noronha

Diego Hurtado de Mendoza, I duca dell'Infantado (Guadalajara, 1417Manzanares el Real, 25 gennaio 1479) è stato un nobile spagnolo[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di Íñigo López de Mendoza, e di sua moglie, Catalina Suárez de Figueroa. Nel 1458, alla morte del padre, ereditò il titolo di marchese di Santillana.

Nemico del favorito del re, Juan Pacheco, sostenne l'ascesa a corte di Beltrán de la Cueva.

Durante la guerra civile in Castiglia, era un sostenitore di Giovanna la Beltraneja, ma dal 1473 grazie agli sforzi di suo fratello, il cardinale Mendoza e Rodrigo Borgia, alleato di Ferdinando e Isabella, divenne un sostenitore dei re cattolici dopo un incontro segreto con loro.

Alla morte di Enrico IV, la sua lealtà fu messa alla prova contro l'invasione portoghese. Nel 1475 ricevette il titolo di Duca dell'Infantado.

Castello di Manzanares el Real[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio Castello di Manzanares el Real era la residenza di una parte della famiglia Mendoza dalla fine dal XIV secolo. Il vecchio castello apparteneva ad una zia del primo Duca, Aldonza de Mendoza. Sua madre era uno dei bastardi reali della metà del XIV secolo.

Nell'ultimi anni del XV secolo, la famiglia Mendoza decise di costruire un nuovo castello sontuoso, più grande e più lussuoso, più adatto all'influenza economica e politica raggiunta da questa famiglia. I lavori iniziarono nel 1475. Il castello è usato ancora oggi come un luogo per matrimoni glamour, eventi sociali, banchetti e così via.

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Primo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò Brianda de Luna, figlia di Juan Hurtado de Mendoza. Ebbero nove figli:

Secondo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò Isabel de Noronha, figlia di Rui Vaz Pereira e cugina di Papa Paolo IV. Ebbero due figlie:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joseph Antonio de Hebrera, Vida exemplar de la excelma. señora y venerable Madre sor María de las Llagas, marquesa de Camarasa, fundadora y abadesa del convento del Ángel de la Guarda de Granada, de la primera regla de la Seráfica Madre Santa Clara, Saragozza, Domingo Gascón, impresor del Hospital Real y General de Nuestra Señora de Gracia, 28 ottobre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Santillana, M. de, Obras completas, edición, introducción y notas de Gómez Moreno, Á., y Kerkhof, M. P.A.M., Planeta, Autores Hispanos, 1988. ISBN 84-320-3977-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie