Odontalgia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mal di denti)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Mal di denti" rimanda qui. Se stai cercando il film, vedi Mal di denti (film).
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sant'Apollonia, santa patrona del mal di denti (Hartmann Schedel, Cronache di Norimberga, 1493)

L'odontalgia, meglio nota come mal di denti, è un dolore ai denti o alle loro strutture di supporto,[1] causato da malattie dentali, o riferito ai denti ma causato da malattie non dentali. Quando grave può influire sul sonno, sull'alimentazione e su altre attività quotidiane.

Il mal di denti è il tipo più comune di dolore alla bocca o al viso,[2] ed è uno dei motivi più comuni per gli appuntamenti dentistici di emergenza:[2] nel 2013, 223 milioni di casi di dolore ai denti si sono verificati a causa di carie nei denti permanenti e 53 milioni di casi si sono verificati nei denti da latte.[3]

Storicamente, si pensa che la necessità di cura del mal di denti abbia portato alla nascita della chirurgia dentale, come prima specialità della medicina.[4]

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Le cause più comuni comprendono infiammazione della polpa (di solito dovuta a carie, trauma dentale o altri fattori), ipersensibilità dentinale, parodontite apicale, ascessi dentali, alveolite, stomatite o disordini craniomandibolari.[5] Meno comunemente, alcune patologie non dentali possono causare mal di denti, come la sinusite mascellare, che può causare dolore ai denti posteriori superiori, o l'angina pectoris, che può causare dolore ai denti inferiori. La diagnosi corretta a volte può essere difficile.

Fisiopatologia[modifica | modifica wikitesto]

La pulpite può essere reversibile quando il dolore è da lieve a moderato e si protrae per breve tempo dopo uno stimolo (ad esempio il freddo), o irreversibile quando il dolore è forte, spontaneo e dura a lungo dopo lo stimolo. Se non trattata, la pulpite può diventare irreversibile, quindi progredire verso la necrosi della polpa del dente e la parodontite apicale.

Gli ascessi causano dolore pulsante. L'ascesso apicale di solito si verifica dopo la necrosi della polpa, mentre l'ascesso pericoronale è solitamente associato a pericoronite acuta di un dente del giudizio inferiore e gli ascessi parodontali rappresentano solitamente una complicazione della parodontite cronica (malattia gengivale).

Prevenzione e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Una corretta igiene orale aiuta a prevenire il mal di denti, prevenendo le malattie dentali.

Il trattamento di un mal di denti dipende dalla causa esatta e può comportare un'otturazione, una devitalizzazione, un'estrazione, un drenaggio del pus o altre azioni correttive. Il sollievo dal mal di denti è considerato una delle principali responsabilità dei dentisti.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Odontalgia, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ a b Anirudha Agnihotry, Zbys Fedorowicz, Esther J. van Zuuren, Allan G. Farman e Jassim Hasan Al-Langawi, Antibiotic use for irreversible pulpitis, in The Cochrane Database of Systematic Reviews, vol. 2, 17 febbraio 2016, pp. CD004969, DOI:10.1002/14651858.CD004969.pub4, ISSN 1469-493X (WC · ACNP), PMID 26886473.
  3. ^ Collaborators Global Burden of Disease Study 2013, Global, regional, and national incidence, prevalence, and years lived with disability for 301 acute and chronic diseases and injuries in 188 countries, 1990–2013: a systematic analysis for the Global Burden of Disease Study 2013., in Lancet, vol. 386, n. 9995, 22 agosto 2015, pp. 743–800, DOI:10.1016/S0140-6736(15)60692-4, PMC 4561509, PMID 26063472.
  4. ^ Suddick RP, Harris NO, Historical perspectives of oral biology: a series, in Critical Reviews in Oral Biology and Medicine, vol. 1, n. 2, 1990, pp. 135–51, DOI:10.1177/10454411900010020301, PMID 2129621.
  5. ^ (EN) J. R. Allison, S. J. Stone e M. Pigg, The painful tooth: mechanisms, presentation and differential diagnosis of odontogenic pain, in Oral Surgery, vol. 13, n. 4, novembre 2020, pp. 309–320, DOI:10.1111/ors.12481, ISSN 1752-2471 (WC · ACNP).
  6. ^ Wolf CA, Ramseier CA, [The image of the dentist. Part 1: Results of a literature search], in Schweizer Monatsschrift für Zahnmedizin = Revue Mensuelle Suisse d'Odonto-stomatologie = Rivista Mensile Svizzera di Odontologia e Stomatologia / SSO, vol. 122, n. 2, 2012, pp. 121–32, PMID 22362180.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina