Lui è tornato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film, vedi Lui è tornato (film).
Lui è tornato
Titolo originaleEr ist wieder da
AutoreTimur Vermes
1ª ed. originale2012
1ª ed. italiana2013
Genereromanzo
Lingua originaletedesco
ProtagonistiAdolf Hitler

Lui è tornato (traduzione fedele dal titolo originale tedesco "Er ist wieder da" ) è un romanzo dello scrittore tedesco Timur Vermes. Il libro racconta il risveglio di Adolf Hitler nella Berlino odierna, dopo che ha perso conoscenza al momento di suicidarsi nel Führerbunker.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Adolf Hitler si risveglia da uno stato di ibernazione (che lo ha fatto rimanere con la sua stessa età del "presunto" suicidio, tra il terreno e l'inferno) in un cortile di Berlino nel 2011, convinto di trovarsi ancora nella capitale del Terzo Reich investita dall'offensiva dell'Armata rossa nell'aprile 1945. In realtà si rende conto gradualmente che sono passati più di 66 anni e che la Germania ha perso la seconda guerra mondiale.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Hitler utilizzò sempre i mezzi di comunicazione di massa in funzione propagandistica

«Al vertice del Paese c'era una donna tozza, che infondeva lo stesso ottimismo di un salice piangente.»

(Lui è tornato)

Il romanzo è raccontato dal punto di vista del redivivo Adolf Hitler, che scrive a posteriori; di conseguenza alcune indulgenze verso il protagonista, che la critica ha imputato a Timur Vermes,[2] sono in realtà da attribuire alla voce del suo personaggio.

Il libro è molto documentato; in appendice c'è una sezione, sempre compilata dall'autore, in cui si spiegano gli avvenimenti citati nel testo narrativo, con una approfondita serie di rimandi a persone e eventi che inquadrano giustamente il romanzo nella sua prospettiva storica. La naturale identificazione del lettore consapevole con il protagonista, in base al principio della volontaria sospensione dell'incredulità, ottiene quindi l'effetto di procurargli una vertigine, una sensazione quasi nauseante.[3]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

In Germania è diventato un best seller con più di 2 300 000 copie ed è stato tradotto in 41 lingue.[4] In Italia è uscito il 15 maggio 2013, edito da Bompiani e tradotto da Francesca Gabelli.

Trasposizione cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lui è tornato (film).

Nel 2015 ne è stato realizzato un adattamento cinematografico omonimo, per la regia di David Wnendt.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lui è Tornato di Timur Vermes è il titolo più venduto al Salone del Libro, booksblog.it, 23 maggio 2013. URL consultato il 28 marzo 2015.
  2. ^ Lui è tornato di Timur Vermes, scrittevolmente.com, 24 agosto 2013. URL consultato il 28 marzo 2015.
  3. ^ "Lui è tornato" di Timur Vermes, today.it, 8 novembre 2013. URL consultato il 28 marzo 2015.
  4. ^ (DE) Filmkritik Hitler satire: echtes szenario oder horrorgemaelde?, klatsch-tratsch.de, 1º febbraio 2016. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Ali Jaafar, Hitler Pic ‘Look Who’s Back’ A Smash In Germany, 21 ottobre 2015. URL consultato il 16 novembre 2015.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura