Lotosaurus adentus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lotosaurus
Lotosaurus BW.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Ordine Rauisuchia
Superfamiglia Poposauroidea
Genere Lotosaurus
Specie Lotosaurus adentus

Il lotosauro (Lotosaurus adentus) è un rettile estinto appartenente agli arcosauri, vissuto nel Triassico medio (circa 230 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati rinvenuti in Cina.

Una "vela" e un becco senza denti[modifica | modifica wikitesto]

L’aspetto di questo animale era davvero particolare: un quadrupede dalle zampe poste quasi perpendicolari al corpo, con una caratteristica “vela” di pelle che correva lungo tutto il dorso e la coda, sorretta dai prolungamenti delle vertebre. Il cranio, inoltre, era stranamente sprovvisto di denti e fornito di un becco corneo. Le dimensioni dell’animale si aggiravano intorno ai tre metri di lunghezza.

Classificazione enigmatica[modifica | modifica wikitesto]

Tutte queste caratteristiche così peculiari hanno impedito una classificazione chiara del lotosauro, che risulta molto diverso dalla maggior parte degli arcosauri triassici. Sembra probabile, in ogni caso, che le parentele del lotosauro vadano ricercate all’interno del gruppo dei rauisuchi, grandi arcosauri predatori vagamente imparentati con i coccodrilli, tra cui sono presenti forme molto note come Ticinosuchus. Il cranio privo di denti del lotosauro, però, suggerisce che questo animale non si nutrisse di carne, ma di piante che venivano strappate con il poderoso becco. Altri arcosauri triassici dotati di vela dorsale, e ugualmente enigmatici, sono Ctenosauriscus della Germania e Arizonasaurus e Spinosuchus degli Usa.