Lingua rotokas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rotokas
Parlato in Papua Nuova Guinea
Regioni Bougainville
Persone 4320
Classifica non nelle prime 100
Scrittura Alfabeto latino
Tipo SOV-agglutinante
Filogenesi Nord Bouganville
 Rotokas-Eivo
  Rotokas
Codici di classificazione
ISO 639-3 roo  (EN)

Il Rotokas è una lingua parlata da circa 4000 persone nella provincia di Bougainville, un'isola ad Est della Nuova Guinea, parte della Papua Nuova Guinea. Il Rotokas presenta almeno tre dialetti: il Rotokas Centrale, l'Aita Rotokas, e il Pipipaia. Il Rotokas Centrale è conosciuto per il suo esiguo inventorio fonologico e per avere l'alfabeto moderno con meno segni.

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

Consonanti[modifica | modifica sorgente]

L'intero inventario consonantico comprende i seguenti luoghi di articolazione: bilabiale, alveolare e velare, ognuno con un fonema sordo e uno sonoro. Le consonanti sorde /p, t, k/ sono chiaramente occlusive: [p, t, k]. /t/ presenta un allofono fricativo [s] o affricato [ts] davanti a [i]. Le consonanti sonore /b, d, g/ hanno un'ampia variazione allofonica, che comprende occlusive, fricative, nasali, liquide e vibranti: [β, b, m], [ɾ, n, l, d], e [ɡ, ɣ, ŋ].

Rotokas centrale Bilabiali Alveolari Velari
Sorde p t k
Sonore b ~ β d ~ ɾ ɡ ~ ɣ
Aita Rotokas Bilabiali Alveolari Velari
Sorde p t k
Sonore b ~ β d ~ ɾ ɡ ~ ɣ
Nasali m n ŋ

Mancanza di consonanti nasali[modifica | modifica sorgente]

Per una lingua è abbastanza inusuale non avere fonemi nasali. Questa constatazione è stata fatta riguardo alla mancanza di nasali in Rotokas Centrale: "Nel Rotokas Centrale [...] le nasali si sentono raramente tranne quando un parlante nativo prova ad imitare il tentativo di uno straniero a parlare Rotokas. In questo caso le nasali sono usate indifferentemente che siano realmente pronunciate dal parlante straniero o meno."[1]

Nel dialetto Aita del Rotokas vi è una triplice opposizione tra consonanti occlusive sorde, sonore e nasali. Quindi questo dialetto presenta nove fonemi consonantici contro i sei del Rotokas Centrale. Le consonanti occlusive sonore e nasali dell'Aita sono confluite nel Rotokas Centrale, il che significa che è possibile predire le forme del Rotokas Centrale partendo da quelle dell'Aita, ma non il contrario. Questo mostra che il sistema fonologico della lingua madre dell'Aita e del Rotokas Centrale era più simile all'Aita, e che l'esiguo inventario del Rotokas Centrale è una più recente innovazione.[2]

Vocali[modifica | modifica sorgente]

  Anteriore Posteriore
Alta i u
Medio-alta e o
Bassa ɑ ɑː

Le vocali possono essere lunghe (allora sono scritte doppie) o brevi. Non è certo se il sistema sia composto da dieci fonemi vocalici (ovvero le cinque brevi più le corrispondenti lunghe) o se sia solo di cinque fonemi senza distinzione fonologica di lunghezza: cioè non è chiaro se le vocali lunghe siano suoni distinti nel parlato o se semplici sequenza di due vocali identiche. A sostegno di quest'ultima ipotesi ci sarebbe il fatto che le altre combinazioni vocaliche (ovvero di due vocali differenti) sono molto frequenti, come nella parola upiapiepaiveira.

Accento[modifica | modifica sorgente]

Non sembra che l'accento sia fonologicamente distintivo: parole con due o tre sillabe sono accentate sulla sillaba iniziale; quelle con quattro sillabe sono accentate sulla prima e sulla terza; quelle con cinque sillabe o più sono accentate sulla terzultima. Questo schema è complicato dalle vocali lunghe e non è seguito da tutte le coniugazioni verbali.

Morfosintassi[modifica | modifica sorgente]

Tipologicamente, il Rotokas si caratterizza come una tipica lingua con verbo in fine di frase, con gli aggettivi e i pronomi dimostrativi prima del nome che modificano e posposizioni che seguono. Anche se gli avverbi hanno un ordine libero, generalmente precedono il verbo, come nel seguente esempio:

osirei-toarei avuka-va iava ururupa-vira tou-pa-si-veira
occhio-m.du vecchio-f.sg post chiuso-adv essere-prog-2.m.du-hab
Gli occhi della vecchia donna sono chiusi.

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

L'alfabeto rotokas è composto da dodici lettere che rapressentano undici fonemi. Le lettere sono: a, e, g, i, k, o, p, r, s, t, u, v. t e s rappresentano entrambi il fonema /t/: /t/ viene quindi scritto s davanti a i e nel nome “Rotokas”, t in tutti gli altri casi. v è scritta talvolta b.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Firchow & Firchow 1969.
  2. ^ Robinson 2006.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica