Lingua proto-basca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Proto-basco
Parlato inSpagna, Francia
Periodo500 a.C. - Anno 0
Locutori
Classificaestinta
Tassonomia
FilogenesiLingue vasconiche

La lingua proto-basca (in basco Aitzineuskara) è l'ipotetica forma assunta dalla lingua basca prima della comparsa delle sue prime attestazioni scritte. Poiché l'unico parente conosciuto della lingua basca è l'estinta lingua aquitana, questa proto-lingua è stata sviluppata per mezzo della tecnica conosciuta come ricostruzione interna. In generale, il proto-basco sarebbe stato parlato approssimativamente tra il V secolo a.C. e il I secolo d.C. in un'area estesa dalla Cantabria all'Aquitania.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, il dibattito attorno alla lingua proto-basca verte sul suo rapporto con la lingua aquitana. Infatti, sono state formulate due ipotesi: la prima sostiene che il proto-basco e l'aquitano siano sostanzialmente lo stesso idioma o, al più, due dialetti di una stessa lingua;[1] mentre la seconda ipotesi interpreta la lingua proto-basca e la lingua aquitana come "lingue sorelle" all'interno della famiglia delle lingue vasconiche, entrambe discendenti da un'ipotetica lingua proto-vasconica.

La ricostruzione[modifica | modifica wikitesto]

La ricostruzione delle etimologie proto-basche è un lavoro di ricerca effettuato principalmente per Luis Michelena (Fonetica istorica basca), Henri Gavel, Alfonso Irigoyen, ecc., ed al presente per Joseba Lakarra, Joaquin Gorrochategui, Ricardo Gómez, Michel Morvan, ecc. Michelena e Joseba Lakarra propongono differenti stati di lingua. Quello di Michelena rifletterebbe lo stato di lingua precedente alla venuta dei romani, e quello di Lakarra il precedente a quella dei celtici. Il fondamento sono lei iscrizioni aquitaniche, l'onomastica basca (toponimia, antroponimia, idronimia, ecc., nell'area basco-parlante attuale e precedente, la notizia fornita dai dialetti del Labort, Biscaglia, Alava, Guipuscoa, Alta-Navarra, Bassa-Navarra, Sola e Roncal, i testi arcaici, la letteratura basca, i parlari baschi.

In principio, il tipo linguistico protobasco più recente si distinguerebbe per un ordine ND, Nome-dimostrativo, NA, Nome - Aggettivo, delle categorie di nome ed aggettivo poco differenziato, uguale che in basco attuale, ed assenza di genere grammaticale.

Esempi di parole monosillabiche reduplicate alla sinistra in preprotobasco, di Joseba A. Lakarra:

Preprotobasco Basco Italiano
*da-dar adar corno
*da-dats adats capelli
*za-zal azal corteccia
*de-der eder bello
*do-dol odol sangue
*go-gor gogor duro
*na-nal ( → *anaL ) ahal potere
*na-nan ( → *anan-tz ) ahantz- dimenticare
*ni-nin ( → *inin-tz ) ihintz rugiada 'piccole gocce di acqua...'
*no-nol ( → *onoL ) ohol tavola
*ze-zen zezen toro

Esempi protobaschi di Luis Michelena.

Protobasco Basco Italiano
*ardano ardo vino
*ardi-zani artzain pastore
*arrani arrain pesce
*bene mehe magro
*bini mihi lingua (anatomia)
*egu-gaitz ekaitz tempesta
*eLana elai rondine
*eNala enara rondine
*gaztana gazta formaggio
*ini ihi giunco
*organa orga carro (trasporto)
*seni sehi domestico
*suni suhi genero
*zini zii, zi ghianda

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trask, Larry The History of Basque, Routledge: 1997, ISBN 0-415-13116-2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]