Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lingua martuthunira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martuthunira
Parlato in Australia
Parlato in Australia Occidentale
Locutori
Tassonomia
Filogenesi Lingue australiane aborigene
 Lingue pama-nyunga
  Lingue pama-nyunga del Sud-Ovest
Codici di classificazione
ISO 639-3 vma (EN)
Glottolog mart1255 (EN)

La lingua martuthunira è una lingua pama-nyunga parlata in Australia, nell'Australia Occidentale.[1]

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Il martuthunira è una lingua in via di estinzione, attestata nella regione di Pilbara.[1] Dall'indagine nazionale sulle lingue indigene del 2004 risultavano 5 locutori, ma nel successivo censimento del 2006 non sono stati rilevati locutori.[1]

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Martuthunira, pronunciato [maɽʊðʊneɻa] dai parlanti nativi, significa "quelli che vivono attorno al Fortescue River". Ha molte varianti ortografiche, tra cui: Maratunia, Mardadhunira, Mardathon, Mardathoni, Mardathoonera, Mardatuna, Mardatunera, Mardudhoonera, Mardudhunera, Mardudhunira, Mardudjungara, Marduduna, Mardudunera, Marduthunira, Mardutunera, Mardutunira, Marduyunira, Martuthinya e Martuyhunira.

Consonanti[modifica | modifica wikitesto]

Peripheral Laminal Apical
Bilabial Velar Palatal Dental Alveolar Retroflex
Stop p k c t ʈ
Nasal m ŋ ɲ n ɳ
Lateral ʎ l ɭ
Rhotic r ɻ
Semivowel w j

L'occlusiva laminare /c/ ha un allofono sonoro [ɟ] tra le vocali.

Tra le vocali, l'occlusiva dentale /t̪/ può diventare [d̪], [ð], [ð̞], [ɻ], [j], [w]. In alcune parole una realizzazione particolare viene sempre usata, in altre vi è una variazione libera.

L'occlusiva alveolare /t/ ha un allofono sonoro [d] dopo una nasale. Capita tra vocali solo in una manciata di parole, probabilmente tutti prestiti, che ha un periodo di chiusura più lungo delle altre occlusive [tː].

L'occlusiva retroflessa /ʈ/ ha un allofono sonoro [ɖ] dopo una nasale e un allofono palatale [ɽ] tra le vocali.

Oltre agli allofoni sonori menzionati sopra, le occlusive sono di solito sorde e non aspirate.

Le laterali allofone pre-occlusive [cʎ tl ʈɭ] quando capitano in una coda sillabica.

La rotica alveolare /r/ è una monovibrante [ɾ] tra vocali, e solitamente un trillo monosillabico [r̥] alla fine.

La semivocale palatale /j/ potrebbe venire eliminata all'inizio /i/, ma la caduta equivalente di /w/ prima dell'iniziale /u/ è rara.

Vocali[modifica | modifica wikitesto]

Anteriori Posteriori
Alta i iː u uː
Bassa a aː

/i/ risulta di solito [ɪ], anche se si può trovare come [i] vicino alle consonanti palatali e come [e] vicino a /r/, /n/ o /l/.

/iː/ si realizza come [ɪː] in sillabe a morfema iniziale, [eː] da tutte le altre parti.

/u/ si realizza come [u] nelle sillabe toniche, e [ʊ] in sillabe atone. /u/ viene affrontato a gradi di variazione quando si è vicini a consonanti laminari, più anteriorizzato quando [ʉ] preceduta da una consonante. Ha un allofono arrotondato [ɨ] quando è seguito da /ɻ/.

/uː/ è di solito [ʊː], ma viene abbassato a [ɔː] quando preceduto da una consonante laminare.

/a/ è di solito [ɐ] quando è tonico, [ə] quando è atono. In seguito ad una consonante laminale, ancora di più dopo dentali e palatali, viene anteriorizzato verso [ɛ]. Se preceduto da /w/ e seguito da una consonante velare, viene realizzato come [ɒ].

/aː/ di solito viene reso semplicemente come [ɐː].

Fonotattica[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le parole Martuthunira cominciano con una delle seguenti consonanti, dalla più alla meno frequente:/p k m w ŋ c t̪ j ɲ n̪/. Questo consiste solo di occlusive periferiche e laminari, nasali e semivocali. Le parole potrebbero terminare in vocale o uno degli /n r l ɲ ɳ ʎ ɭ/.

Grammatica[modifica | modifica wikitesto]

Accumulo dei casi[modifica | modifica wikitesto]

Il Martuthunira presenta l'accumulo dei casi, dove i nomi prendono più suffissi dei casi per accordo. Ad esempio:

Ngayu nhawulha ngurnu tharnta-a mirtily-marta-a thara-ngka-marta-a.
Io ho visto quel canguro -ACC cucciolo-PROP-a.C.C marsupio-LOC-PROP-a.C.C
Ho visto quel canguro con un cucciolo nel marsupio.
  • Tharnta è l'oggetto del verbo, quindi è nel caso accusativo.
  • Mirtily prende un suffisso proprietivo, che indica che viene posseduto dal canguro. Tuttavia, poiché modifica tharnta, prende in aggiunta un suffisso accusativo per farlo concordare.
  • Thara prende un suffisso locativo, che indica che è ciò che contiene il cucciolo. Prende anche un suffisso proprietivo per concordare con mirtily, e quindi un suffisso accusativo per concordare con tharnta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c AUSTLANG: Martuthunira, Australian Institute of Aboriginal and Torres Strait Islander Studies. URL consultato il 4 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]