Lingua ladakhi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ladakhi
Parlato in India, Cina
Locutori
Totale 117.000
Altre informazioni
Scrittura alfabeto tibetano
Tipo SOV
Tassonomia
Filogenesi Lingue sinotibetane
 Lingue tibeto-birmane
Codici di classificazione
ISO 639-3 lbj (EN)
Glottolog lada1244 (EN)

La lingua ladakhi è una lingua tibeto-birmana parlata in India, nella regione del Ladakh, e in Cina, nella Regione Autonoma del Tibet.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento indiano del 2001 risultavano 105.000 locutori di ladakhi, stanziati in prevalenza nello stato federato di Jammu e Kashmir, a cui appartiene il Ladakh. La lingua è attestata anche in Tibet, dove nel 1995 contava 12.000 locutori.[1]

Dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Si distinguono vari dialetti ladakhi:[1]

  • leh o ladakhi centrale, parlato a Leh, capoluogo del Ladakh
  • nubra, parlato nella Valle di Nubra, nel nord del Ladakh
  • shamma o basso ladakhi

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Ethnologue,[1] la classificazione della lingua ladakhi è la seguente:

Grammatica[modifica | modifica wikitesto]

La tipologia linguistica della lingua ladakhi è Soggetto Oggetto Verbo.[1]

Sistema di scrittura[modifica | modifica wikitesto]

La lingua ladakhi viene scritta in alfabeto tibetano.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Ladakhi, in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]