Lingua caroliniana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caroliniano
Parlato inStati Uniti Stati Uniti (Isole Marianne Settentrionali)
Locutori
Totale3.100
Altre informazioni
ScritturaAlfabeto latino
Tassonomia
FilogenesiLingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue maleo-polinesiache centro-orientali
   Lingue maleo-polinesiache orientali
    Lingue oceaniche
     Lingue micronesiane
      Lingue ponapeic-trukic
Codici di classificazione
ISO 639-3cal (EN)
Glottologcaro1242 (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
Ang tanang katawhan gipakatawo nga may kagawasan ug managsama sa kabililhon. Sila gigasahan sa salabutan ug tanlag og mag-ilhanay isip managsoon sa usa'g-usa diha sa diwa sa ospiritu.

La lingua caroliniana è una lingua micronesiana parlata nelle Isole Marianne Settentrionali.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, nel censimento del 1990 risultavano circa 3.000 locutori stanziati sulle isole di Agrihan, Anathan e Saipan. La lingua è attestata anche negli Stati Uniti d'America.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il carolinano è una lingua del sottogruppo delle lingue micronesiane, appartenenti alla grande famiglia delle lingue austronesiane.

Talvolta denominata sud-caroliniano per distinguerla dal nord-caroliniano o lingua tanapag, condivide il 95% del suo lessico con la lingua satawalese e l'88 % con la lingua woleaiana e la lingua puluwat.

Sistema di scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Per la scrittura si utilizza l'alfabeto latino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàLCCN (ENsh91001634
Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica