Lee Frost

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lee Frost (pseudonimo di David Kayne) (Globe, 14 agosto 1935New Orleans, 25 maggio 2007) è stato un regista, sceneggiatore, montatore direttore della fotografia statunitense, celebre per aver diretto molti film d'exploitation, particolarmente celebri per gli appassionati del genere. Nel corso della sua carriera ha usato una gran varietà di pseudonimi, facendosi accreditare come Leoni Valentino, Carl Borch, Robert Lee Frost o semplicemente R.L.Frost..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Arizona è cresciuto a Glendale (in California) e ad Oahu, Hawaii. Dopo essersi trasferito ad Hollywood ha iniziato la propria carriera dirigendo spot televisivi per lo studio Telepics. Ha debuttato nel mondo del cinema dirigendo Surftide 77 nel 1962. Tra gli anni '60 e '70 ha diretto molteplici film d'exploitation tra cui i più celebri sono Camp 7: lager femminile del 1969 e Polizia investigativa femminile del 1974. Frost era solito ritagliarsi sempre dei piccoli ruoli come attore nei propri film.

Con il tramonto dell'epoca d'oro del genere che lo ha reso celebre si è dedicato a lavorare come montatore e direttore della fotografia, incarichi che aveva già ricoperto più volte nei propri film. Nel 1995 è tornato in regia dirigendo il suo ultimo film Private Obsession.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42046915 · ISNI (EN0000 0000 7974 1557 · LCCN (ENno2012112148 · BNF (FRcb140992756 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie