Leó Forgács

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leó Forgács

Leó Forgács (Budapest, 5 ottobre 1881Berettyóújfalu, 17 agosto 1930) è stato uno scacchista ungherese.

Nato da una famiglia ebraica col nome Leo Fleischmann, nel 1908 cambiò nome con Leó Forgács.

Partecipò al suo primo torneo internazionale nel 1902, vincendo il torneo B del Congresso della federazione tedesca (Kongresse des Deutschen Schachbundes).

A partire dal 1904 prese parte a diversi forti tornei, tra cui il torneo di Monte Carlo 1904 (torneo tematico sul gambetto Rice, vinto da Rudolf Swideriski e Frank Marshall, dove arrivò 6º e ultimo), il torneo B di Brema del 1905 con 18 partecipanti (vinto davanti a Spielmann e Nimzovich), il torneo di Norimberga del 1906 (3º posto) e il torneo di Ostenda del 1907 (5º posto a mezzo punto dal vincitore Bernstein, davanti tra gli altri a Mieses, Duras, Tartakower e Spielmann).[1]

Nel 1907 vinse a Budapest il secondo campionato ungherese.

Dopo alcuni risultati non buoni (14° al Memorial Chigorin 1909, 9°-10° ad Amburgo nel 1910, ultimo nel torneo di San Sebastián del 1912), ottenne i suoi ultimi successi con dei terzi posti nel torneo di San Remo 1911 (vinto da Hans Fahrni) e in tornei cittadini di Budapest del 1912 e 1913 (in quest'ultimo torneo si classificò davanti a Marco, Breyer, Vidmar e Réti). Si ritirò di lì a poco definitivamente dall'attività agonistica.

Nel 1910 pubblicò in ungherese una raccolta commentata di partite: A sakkjáték gyöngyei (Le perle degli scacchi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chicco e Porreca, Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia, Milano 1971, pp. 224-225.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN58585964 · ISNI (EN0000 0000 3893 028X · LCCN (ENnb2002017874 · WorldCat Identities (ENnb2002-017874