La vendetta dei morti viventi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La vendetta dei morti viventi
Titolo originaleVengeance of the zombies
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1973
Durata128 min
Genereorrore
RegiaLeón Klimovsky
SoggettoJacinto Molina
SceneggiaturaJacinto Molina
FotografiaFrancisco Sanchez Munoz
Montaggioinserire
Effetti specialiManuel Gomez
MusicheJuan Carlos Calderon
Interpreti e personaggi

La vendetta dei morti viventi è un film del 1973 diretto da León Klimovsky.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In India, poco prima della proclamazione dell'indipendenza, Kantaka Sanatan si innamora, non ricambiato, di Elisabeth Irving, ultima discendente di una ricca e importante famiglia inglese. Esasperato, la violenta in un bungalow isolato, causandone incidentalmente la morte. Ricercato per l'omicidio, si rifugia in un casolare abbandonato dove gli Irving, aiutati dai membri di altre tre famiglie altrettanto importanti, lo scovano, circondano la casa e la incendiano.

Seppure col volto orribilmente sfigurato, Kantaka si salva, e dopo quasi venti anni, periodo in cui tutti lo hanno creduto morto, raggiunge suo fratello Krisna, un guru che si è nel frattempo stabilito a Londra. Kantaka è stato iniziato nei riti wudù con la missione di conquistare il mondo, ma approfitta dei suoi poteri per consumare la sua vendetta. Uccide le più belle discendenti delle quattro famiglie e le ridesta come zombie. La sua prima incursione è in casa di Elvira. Mentre Kantaka uccide il padre e il cameriere sua cugina Gloria, ormai ridotta a uno zombie (che lei curiosamente non riconosce), la aggredisce nel suo letto.

Elvira chiede aiuto e riesce a salvarsi. Si rifugia da Krisna, che si è trasferito a Llangwell, in una casa precedentemente abitata da una famiglia di assassini. Senza saperlo si è messa in trappola da sola. Una casa dove si è sparso del sangue, infatti, è propizia ad un particolare rito in cui Kantaka si assicurerà l'immortalità. Per ottenere tale risultato deve bere il sangue di una donna amata da un suo consanguineo, ed Elvira è amata da Krisna.

Poco alla volta nella casa inizia una catena di delitti. Il capostazione, che aveva tentato di avvertire Elvira, i servitori Susan e Zakari, che temono l'uso personale dei suoi poteri fatto da Kantaka, ed infine Kala, che vuole uccidere Elvira. Nel frattempo il professor Lawrence ha messo sull'avviso Scotland Yard, che sta indagando sui delitti delle quattro donne, convincendo l'ispettore che questi riti esistono davvero.

Fatti fuori tutti i suoi avversari Kantaka predispone il rito finale. Tenendo soggiogato suo fratello fa catturare Elvira dalle zombie e la porta nel sotterraneo. Quando sta per ucciderla qualcuno lo colpisce alle spalle. La cameriera di casa è un inviato speciale, ha incarico di ucciderlo perché ha approfittato del suo potere per una vendetta personale. Con Kantaka "muoiono" anche le quattro zombie. La polizia giunge alfine in tempo a salvare Elvira, che sta per essere uccisa dalla cameriera.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema