La frenesia dell'avventura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La frenesia dell'avventura
Titolo originaleEinbrecher
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania
Anno1930
Durata102 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.20 : 1
Generecommedia, musicale
RegiaHanns Schwarz
Soggettodal lavoro teatrale Guignol ou le cambrioleur di Louis Verneuil
SceneggiaturaRobert Liebmann
ProduttoreErich Pommer
Casa di produzioneUniversum Film (UFA)
FotografiaKonstantin Irmen-Tschet e Günther Rittau
MontaggioWilly Zeyn
MusicheFriedrich Hollaender e Franz Waxman
ScenografiaErich Kettelhut
CostumiLadislaw Czettel (come Ladislaus Czettel)
TruccoMaria Jamitzky
Interpreti e personaggi

La frenesia dell'avventura (Einbrecher) è un film del 1930 diretto da Hanns Schwarz.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dumontier, proprietario di una fabbrica di giocattoli, si occupa molto di più delle sue bambole che della moglie Renée. Questa, allora, accetta la corte di Serigny, un suo ammiratore, e i due si fissano un appuntamento. Vengono però interrotti dall'arrivo di Jean Durand, un ladro affascinante che si dimostra subito interessato alla bella Renée. Si scopre che in realtà Jean è uno scrittore da lungo tempo innamorato della donna. Dumontier un giorno lo sorprende con la moglie: all'inizio si arrabbia, poi, rendendosi conto che i due sono innamorati, li lascia liberi di vivere la loro storia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, che venne girato a Parigi, fu prodotto da Erich Pommer per l'Universum Film (UFA) di Berlino.

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche del film sono firmate da Franz Waxman e da Friedrich Hollaender, che compare anche nelle vesti di direttore musicale. Vi appare anche l'orchestra di Sidney Bechet. Le coreografie dei numeri musicali furono affidate a Heinz Lingen.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dall'Universum Film (UFA), il film ottenne il 28 novembre 1930 il visto di censura B.27526 che ne vietava la visione ai minori. Uscì nelle sale cinematografiche tedesche il 16 dicembre 1930, presentato a Berlino al Gloria-Palast[1]. In Svezia, il film fu distribuito il 7 aprile 1931.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gregor Ball/Eberhard Spiess, Heinz Rühmann und seine Filme - Goldmann Verlag München, 1982 ISBN 3-442-10213-8
  • Christiane Habich, Lilian Harvey, Haude & Spener (Berlino), 1990 ISBN 3-7759-0295-3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema