L'arcobaleno (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'arcobaleno
Titolo originale The Rainbow
Autore David Herbert Lawrence
1ª ed. originale 1915
Genere romanzo
Lingua originale inglese

L'arcobaleno è un romanzo dello scrittore britannico David Herbert Lawrence del 1915. Segue la vita di tre generazioni della famiglia Brengwen residente a Nottinghamshire; la vicenda si concentra particolarmente sulla lotta dell'individuo per la crescita e realizzazione de propri sogni entro le forti restrizioni vigenti nella vita sociale inglese dell'epoca.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I Brangwen sono una dinastia familiare che vive e lavora nell'East Midlands dell'Inghilterra, nei pressi della città di Nottingham; la storia abbraccia un periodo di circa 65 anni, che va dal 1840 al 1905, mostrando come le relazioni d'amore dei personaggi cambino sullo sfondo della crescente industrializzazione del territorio.

Il primo personaggio centrale del libro, Tom, è un operaio la cui esperienza del mondo non va oltre la regione in cui ha sempre vissuto fin dalla nascita; mentre l'ultimo Ursula, sua nipote, studia all'università per diventare una perfetta componente del mondo capitalista e progressivamente urbanizzato che costituisce il mondo contemporaneo occidentale.

Tom, uno dei numerosi fratelli della famiglia Brangwen, s'innamora di una rifugiata polacca di nome Lidya. A seguire si tratta poi della figlia di Lidya - avuta dal primo marito - Anna e del rapporto lacerato e distruttivo che questa intrattiene col marito Will, figlio d'uno dei fratelli di Tom.

La seconda parte, ch'è anche la più estesa, si occupa della figlia di Will ed Anna, Ursula, e della sua lotta serrata per trovar l'appagamento della sua sensuale ed appassionata natura; tutto questo andando contro i muri alzati dal conformismo sempre più materialista all'interno della società in cui vive. Ella difatti vive una relazione amorosa lesbica con un insegnante, ma alla fine si trova costretta in un rapporto con Anton, un soldato britannico di origini polacche.

Ursula, non essendo riuscita a trovare il proprio compimento nell'uomo, ha la visione di un arcobaleno che pare sovrastare la Terra e promettere così una nuova alba per l'umanità intera.

Censura[modifica | modifica wikitesto]

Il modo moto franco e senza infingimenti dell'autore di trattare del desiderio sessuale e del potere ch'esso svolge all'interno delle relazioni, come forza naturale ma anche spirituale della vita, ha causato al libro un processo per oscenità alla fine di quello stesso 1915, a seguito del quale tutte le copie ancora in circolazione vennero fatte sequestrare per essere distrutte.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è stato seguito nel 1920 da Donne innamorate: anche se Lawrence concepì i due libri come un tutt'uno, sono stati poi pubblicati in forma separata e distinta sotto la spinta del proprio editore. Tuttavia, dopo l'accoglienza negativa del pubblico e dell'autorità per l'arcobaleno la casa editrice scelse di non pubblicare il seguito.

La ricerca spirituale ed emotiva di Usula continua in Donne innamorate, dove prosegue nell'essere uno dei personaggi principali, seguendola nella sua relazione con Rupert ed altre relazioni parallele.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica wikitesto]