Khatri Addouh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Khatri Addouh nell'Assemblea di Estremadura, Spagna

Khatri Addouh conosciuto anche come Khatri Eddouh o Jatri Adduh (1956) è un politico sahrawi. Presidente di assemblea saharaui (Consiglio Nazionale Saharaui) e capo della delegazione saharaui negoziante con Marocco. A giugno di 2016 dopo la morte di Mohamed Abdelaziz ha assunto di maniera interina la Presidenza della Repubblica Saharaui e la Secretaría Generale del Frente Polisario.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

A luglio di 2010 è stato scelto presidente del Consiglio Nazionale Saharaui[1] sostituendo a Mahfoudh Ali Beiba.

È anche membro della Secretaria Nazionale del Frente Polisario[2] e capo della delegazione saharaui negoziante con Marocco.[3][4]

In 2011 è stato l'addetto di annunciare la detenzione di varie persone in relazione al secuestro di due cooperantes spagnoli e un italiano negli accampamenti di rifugiati di Tinduf.[5]

In 31 di maggio di 2016 dopo la morte del presidente saharaui e Segretario Generale di Frente Polisario Mohamed Abdelaziz ha assunto di maniera interina i carichi fino la nomina di Brahim Gali il 9 di luglio di 2016.[6][7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Polisario Front leader Mohamed Abdelaziz dies, su www.aljazeera.com. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  2. ^ SAHARA OCCIDENTAL - noticias semanales 2000- semana 11, su www.arso.org. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  3. ^ El Confidencial Saharaui: Khatri Addouh: La visita de Ban Ki-Moon a la región, es un fuerte mensaje a Marruecos, su www.elconfidencialsaharaui.com. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  4. ^ elmercuriodigital.es: Khatri Addouh: Marruecos se refugia en su actitud "obstruccionista", su www.elmercuriodigital.net. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  5. ^ Rapt des trois humanitaires à Tindouf : plusieurs personnes arrêtées, su lematindz.net. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  6. ^ Muere el histórico presidente saharaui, Mohamad Abdelaziz, su publico.es. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  7. ^ Los saharauis apuestan por un presidente de continuidad en la figura de Brahim Gali, su publico.es. URL consultato il 15 de julio de 2016.
  8. ^ Ediciones El País, Un militar y diplomático de la vieja guardia, nuevo líder del Frente Polisario, su internacional.elpais.com, 10 de julio de 2016. URL consultato il 15 de julio de 2016.