Karl Rove

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un ritratto di Karl Rove

Karl Christian Rove (Denver, 25 dicembre 1950) è un giornalista e politologo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato consigliere elettorale per George W. Bush nelle elezioni per il governatorato del Texas nel 1994 e nel 1998 e per le campagne elettorali per la presidenza degli Stati uniti nel 2000 e nel 2004.

Fu lui ad avvertire il presidente dei terribili fatti dell’11 settembre 2011 mentre Bush era in visita in una scuola in Florida.

Considerato uno dei fedelissimi di Bush, è stato vice-capo dello Staff presidenziale fino alla data delle sue dimissioni, il 31 agosto 2007[1].

Uno dei suoi frame più riusciti è la contrapposizione tra una visione pessimistica e rivolta al passato del mondo democratico e una repubblicana ottimistica e rivolta al futuro.[2]

Attualmente collabora con la Fox News, il Newsweek ed il Wall Street Journal.

Deve ancora terminare gli studi universitari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ALBERTO FLORES D´ARCAIS, Bush perde il "mago delle elezioni". Si dimette il guru Karl Rove: "Il presidente migliorerà nei sondaggi", 14 agosto 2007, La Repubblica.
  2. ^ Postfazione di G. Moltedo alla voce "Optimism" in G. Lakoff, Non pensare all'elefante, Fusi orari, 2006"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN35399637 · ISNI (EN0000 0003 7414 3568 · LCCN (ENno2003011458 · GND (DE12482305X · BNF (FRcb15034371s (data)