Karel Jaromír Erben

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karel Jaromir Erben

Karel Jaromír Erben (Miletín, 1811Praga, 21 novembre 1870) è stato un filologo, traduttore e folclorista ceco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un artigiano, nonostante una precaria salute evidenziata sin dall'infanzia, riuscì a trasferirsi a Praga per iscriversi ai corsi di diritto universitari.

Divenuto archivista della città si impegnò in ricerche storiche e soprattutto curò il recupero di opere delle letteratura antica boema, di poesie e fiabe slave e ceche.

Fu autore di lavori di erudizione, come l'Antologia della letteratura ceca antica (1845-1865). Tra il 1865 e il 1868 fu editore di molti testi antichi, come i lavori dello scrittore boemo Jan Hus. Questi lavori sono considerati di primo piano nella storia della tradizione folcloristica ceca.

Tra le raccolte vanno ricordate:

  • Canti nazionali di Boemia, composta tra il 1842 e il 1845). La terza edizione, Canti e detti popolari cechi (1862-1864), ne comprende più di 2.200.
  • Cento racconti e leggende popolari slave, del 1865.

Erben ricercava e raccoglieva leggende, canzoni popolari, favole boeme. Lavorò al Museo Nazionale di Praga come collaboratore di František Palacký: il suo compito era di occuparsi degli archivi di città boeme.

La sua originale raccolta poetica, La ghirlanda (1853, in ceco Kytice), ispirata a quelle storie e leggende, contiene in prevalenza ballate, artisticamente pregevoli e ancora oggi apprezzate. Da questa opera è stato tratto, nel 2000, un film per la regia di František Antonín Brabec.

Nelle sue opere l'autore risultò un attento conoscitore della psicologia dei suoi personaggi ed un compiaciuto sognatore degli spettacoli della natura evocati dalla sua fantasia.[1]

Fu anche un attivista politico di tendenze conservatrici, in grado però di manifestare il suo orgoglio patriottico in contrasto con le mire assolutistiche ed accentratrici degli asburgici.

Morì il 21 novembre 1870 di tubercolosi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le Muse, De Agostini, Novara, 1965, Vol. IV, pag.372-373

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54147355 LCCN: n50078875

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie