Kainite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kainite
Kainite - Grube Brefeld, Tarthun, Staßfurt, Sachsen-Anhalt.jpg
Classificazione Strunz (ed. 8)7.DF.10
Formula chimicaMgSO4·KCl·3(H2O)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinotrimetrico
Sistema cristallinomonoclino[1]
Classe di simmetriaprismatica
Parametri di cellaa=19,72(2)Å, b=16,23(1)Å, c=9,53(1)Å, β=94,92(8)°, Z=16[1]
Gruppo puntuale2/m
Gruppo spazialeC 2/m[1]
Proprietà fisiche
Densità2,15 g/cm³
Durezza (Mohs)2½-3
Sfaldaturaperfetta
Fratturascheggiosa
Coloreincolore, giallo, bruno, grigio-verde, rosso, viola, blu, incolore in luce trasmessa
Lucentezzavitrea
Opacitàtraslucida
Strisciobianco
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La kainite è un minerale composto da sali di cloruro di potassio e solfato di magnesio. Il nome deriva dal greco antico καιυος (recente, per la sua formazione relativamente recente), si può riconoscere per il gusto salato-amaro, a differenza del salgemma che risulta al palato salato-dolce.

Abitualmente la kainite si estrae per la produzione di fertilizzanti potassici.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

I cristalli presentano un habitus tabulare, invece gli aggregati presentano comunemente un habitus fibroso, con croste granulari massicce.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Si forma attraverso l'evaporazione di sedimenti marini.

Uno dei più importanti giacimenti d'Europa, oggi dismesso, è stato quello di Pasquasia in Sicilia in provincia di Enna[2].

Si trova in Austria, Cina, Germania, Iran, Italia (particolarmente in provincia di Enna e Pasquasia), Kazakistan, Polonia, Russia, USA e Islanda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Robinson, p. 1325
  2. ^ Giulio Ambrosetti, Italkali, la Regione ha venduto il 51% ‹ LinkSicilia, su linksicilia.it. URL consultato il 21 novembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Kainite (PDF), rruff.info.
  • (EN) Paul D. Robinson, Fang J. H., Ohya Y., The crystal structure of kainite (PDF), in American Mineralogist, vol. 57, 1972, pp. 1325-1332. URL consultato il 29 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia