Jethro Tull (agronomo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jethro Tull

Jethro Tull (Basildon, 1674Hungerford, 21 febbraio 1741) è stato un agronomo e inventore inglese; pioniere della moderna agricoltura e inventore, nel 1701, della prima seminatrice meccanica, contribuì all'avvio della rivoluzione agricola inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lapide di Tull nel sagrato di San Bartolomeo.

Originario della contea di Berkshire, Tull studiò al St John's College dell'Università di Oxford, ed è considerato uno dei fautori del metodo scientifico e in particolare dell'empirismo in agricoltura.

Invenzioni[modifica | modifica wikitesto]

Ha contribuito a trasformare le pratiche agricole inventando o migliorando numerosi strumenti, il più importante dei quali fu la seminatrice, inventata nel 1701 quando viveva a Crowmarsh Gifford.

Jethro Tull's Seed drill,
(Horse-hoeing husbandry,
4th edition, 1762[1])

Seminatrice[modifica | modifica wikitesto]

Prima di questo sistema meccanico, i grani erano sparsi a mano e germinavano solo sulla superficie del terreno. La macchina di Tull migliorò considerevolmente questo principio: facendo un foro a una profondità specifica, depositando un chicco e ricoprendo tutto alla fine dell'operazione, la seminatrice poteva trattare tre file alla volta. Il risultato immediato fu un aumento del tasso di germinazione e un raccolto aumentato fino all'800%[2].

Tull era favorevole all'utilizzazione dei cavalli al posto dei buoi e inventò una macchina tirata da un cavallo per pulire la terra ed eliminare le piante infestanti. Questa innovazione divenne il soggetto del suo libro: New Horse Hoeing Husbandry pubblicato nel 1731.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Il famoso gruppo omonimo ha preso ispirazione per il suo nome dall'agronomo.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Interview to Ian Anderson
Controllo di autoritàVIAF (EN56598421 · ISNI (EN0000 0001 0903 4520 · LCCN (ENn87896983 · GND (DE101673272 · BNF (FRcb10257542j (data) · BNE (ESXX1760110 (data) · CERL cnp00222626 · WorldCat Identities (ENlccn-n87896983