Japan Open Tennis Championships 1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Japan Open Tennis Championships 1989
Sport Tennis pictogram.svg Tennis
Data 17 aprile - 23 aprile
Edizione 17a
Superficie Cemento
Campioni
Singolare maschile
Svezia Stefan Edberg
Singolare femminile
Giappone Kumiko Okamoto
Doppio maschile
Stati Uniti Ken Flach / Stati Uniti Robert Seguso
Doppio femminile
Canada Jill Hetherington / Australia Elizabeth Smylie
Left arrow.svg 1988 1990 Right arrow.svg

Il Japan Open Tennis Championships 1989 è stato un torneo di tennis giocato sul cemento. È stata la 17ª edizione del Japan Open Tennis Championships, che fa parte della categoria del Nabisco Grand Prix 1989 e della Tier IV nell'ambito del WTA Tour 1989. Sia il torneo maschile che quello femminile si sono giocati al Ariake Coliseum di Tokyo in Giappone, dal 17 al 23 aprile 1989.

Campioni[modifica | modifica wikitesto]

Singolare maschile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Japan Open Tennis Championships 1989 - Singolare maschile.

Svezia Stefan Edberg ha battuto in finale Cecoslovacchia Ivan Lendl 6–3, 2–6, 6–4

Singolare femminile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Japan Open Tennis Championships 1989 - Singolare femminile.

Giappone Kumiko Okamoto ha battuto in finale Australia Elizabeth Smylie 6–4, 6–2

Doppio maschile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Japan Open Tennis Championships 1989 - Doppio maschile.

Stati Uniti Ken Flach / Stati Uniti Robert Seguso hanno battuto in finale Stati Uniti Kevin Curren / Stati Uniti David Pate 7–6, 7–6

Doppio femminile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Japan Open Tennis Championships 1989 - Doppio femminile.

Canada Jill Hetherington / Australia Elizabeth Smylie hanno battuto in finale Stati Uniti Ann Henricksson / Stati Uniti Beth Herr 6–1, 6–3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]