Iperidratazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'iperidratazione descrive l'aumento dei liquidi nell'organismo vivente.

Nell'uomo si possono identificare due compartimenti principali, in funzione della componente liquida: il compartimento intracellulare e quello extracellulare.

In caso di iperidratazione, in funzione dell'osmolalità, cioè soprattutto della natriemia, si distinguono tre forme:

  • Iperidratazione isotonica, con aumento della natriemia
  • Iperidratazione ipotonica, con aumento del liquido nel comparto intracellulare.
  • Iperidratazione ipertonica, rara, con riduzione del liquido nel comparto intracellulare.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

L'apporto eccessivo di liquidi o sale in caso di

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Causale, laddove possibile, e sintomatica: diuretici o emodialisi.

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina