International Federation of Library Associations and Institutions

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
International Federation of Library Associations and Institutions
(EN) International Federation of Library Associations and Institutions
(FR) Fédération Internationale des Associations et Institutions de Bibliothèques
(DE) Internationale Vereinigung bibliothekarischer Verbände und Einrichtungen
(ES) Federación Internacional de Asociaciones de Bibliotecarios y Bibliotecas
AbbreviazioneIFLA
TipoONG
Affiliazione internazionaleInternational Freedom of Expression Exchange (IFEX)
FondazioneEdimburgo, 1927
Sede centraleBandiera dei Paesi Bassi L'Aia
Area di azioneInternazionale
PresidenteVicki McDonald
Lingua ufficialeArabo; Cinese; Inglese; Francese; Tedesco; Russo; Spagnolo
Sito web

La International Federation of Library Associations and Institutions (IFLA), "Federazione internazionale delle associazioni e istituzioni bibliotecarie" in italiano, è una federazione mondiale di associazioni di biblioteche, creata per essere un forum per lo scambio di idee e per promuovere la cooperazione internazionale, la ricerca e lo sviluppo nei settori della biblioteconomia e della bibliografia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata a Edimburgo (Scozia) nel 1927 nel corso di una conferenza internazionale, la Federazione conta 1.700 membri in 155 paesi. Ha sede presso la Biblioteca Reale dell'Aia.

L'IFLA è membro dell'International Freedom of Expression Exchange (IFEX), una rete internazionale di organizzazioni non governative che sorvegliano le violazioni alla libertà d'espressione e organizzano campagne in difesa di giornalisti, scrittori e altre persone perseguitate per aver esercitato il proprio diritto alla libertà d'espressione.

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli obiettivi dell'IFLA sono:

  • rappresentare biblioteconomia negli ambiti di interesse internazionale
  • promuovere la formazione continua del personale della biblioteca
  • sviluppare, mantenere e promuovere linee guida per i servizi bibliotecari.

Gli obiettivi vengono informati ai seguenti valori fondamentali:

  • appoggio al principio di libertà di espressione, sancito dall'articolo 19 della Dichiarazione universale dei diritti umani
  • la convinzione che le persone, le comunità e le organizzazioni hanno bisogno di accesso universale ed equo all'informazione, alle idee e alle opere dell'immaginazione per il loro benessere sociale, educativo, culturale, democratico ed economico
  • la convinzione che l'erogazione di servizi bibliotecari e informativi di alta qualità consente di garantire tale accesso
  • l'impegno a consentire a tutti i membri della Federazione di porre in essere, e beneficiare, delle sue attività senza riguardo alla cittadinanza, disabilità, etnia, sesso, posizione geografica, lingua, convinzioni politiche, razza o religione.

Organizzazione e Congresso Annuale[modifica | modifica wikitesto]

È suddivisa in 8 divisioni professionali (da A a H), ognuna delle quali raccoglie a sua volta 6-8 comitati su temi specifici. Ogni comitato è coordinato da un presidente e un vicepresidente e funzionari di sezione. Le otto suddivisioni sono supervisionate dal Consiglio Professionale.[1]

Dal 1928, l'IFLA organizza annualmente il World Library and Information Congress (WLIC) in una città degli stati membri. L'ultima edizione italiana del congresso si è svolta nel 2009 a Milano. A causa della pandemia da COVID-19, nel 2020 il congresso è stato annullato, e l'edizione 2021 si è svolta in modalità virtuale.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Professional Council – IFLA, su ifla.org. URL consultato il 22 febbraio 2024.
  2. ^ (EN) Past IFLA Congresses, su IFLA. URL consultato il 22 febbraio 2024.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Qualche informazione sull'IFLA, in "Biblioteche Oggi", Milano, Ed. Bibliografica, n. 8, ottobre 2008, p. 88.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN169541415 · ISNI (EN0000 0001 2189 2309 · SBN CFIV015916 · BAV 494/8248 · LCCN (ENn78004438 · GND (DE2045279-2 · BNE (ESXX97050 (data) · BNF (FRcb11862130m (data) · J9U (ENHE987007364214205171 · NSK (HR000002085 · NDL (ENJA00288625 · CONOR.SI (SL287442275