In the Flesh (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
In the Flesh
ArtistaPink Floyd
Autore/iRoger Waters
GenereRock progressivo
Hard rock
Pubblicazione
IncisioneThe Wall
Data30 novembre 1979
(GB)
Data seconda pubblicazione8 dicembre 1979
(USA)
EtichettaHarvest Records (GB), EMI (IT)
Durata4:19
The Wall – tracce
Successiva

In the Flesh è una canzone dei Pink Floyd pubblicata all'interno dell'album The Wall, nel 1979.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Il brano dura 4 minuti e 19 secondi ed è dai toni piuttosto forti.

L'introduzione è la medesima di quella di "In the Flesh?"; al suo termine entra il coro, che intona una melodia dai toni pacati, accompagnato dall'arpeggio di una chitarra elettrica, seguito dalla voce di Waters.

La canzone finisce con una sessione strumentale molto simile a quella che l'ha aperta, mentre si sentono in sottofondo le grida di un pubblico in visibilio, che introducono la canzone successiva ("Run Like Hell").

Versione Film[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione film canta Bob Geldof, che interpreta Pink. Il suono è un po' più drastico, inoltre, alcune parole nel film sono state modificate (nella canzone: Are there any queers in the theatre tonight? mentre nel film fa: Are there any queers at the audience tonight? Ma anche: There's one in the spotlight, he don't look right to me! mentre nel film fa: There's one in the spotlight he don't look right!). Comunque queste lievi modifiche non cambiano la trama della canzone.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Come le altre canzoni nell'album The Wall, "In the Flesh" narra una parte della storia di Pink, il protagonista.

Questa canzone in particolare, mostra come i suoi concerti possano essere paragonati a raduni politici.

In preda ad un'allucinazione causata dalla droga assunta per mezzo del dottore del brano Comfortably Numb, Pink si immagina durante un concerto, mentre canta davanti al suo fedele pubblico, con lo stesso atteggiamento di un dittatore che parla alla folla. L'artista ordina ai suoi uomini di buttare "contro il muro" tutti coloro che considera indegni (omosessuali, un nero, un ebreo, un ragazzo "con i brufoli", un altro che fuma marijuana e addirittura un uomo di cui semplicemente non si fida).

Esecutori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Vernon Fitch, Richard Mahon, Comfortably Numb - A History of The Wall 1978-1981, 1ª ed., PFA Pub, 2006, p. 104, ISBN 0-9777366-0-1.
  2. ^ Vernon Fitch, Richard Mahon, Comfortably Numb - A History of The Wall 1978-1981, 1ª ed., PFA Pub, 2006, p. 143, ISBN 0-9777366-0-1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vernon Fitch, Richard Mahon, Comfortably Numb - A History of The Wall 1978-1981, 1ª ed., PFA Pub, 2006, ISBN 0-9777366-0-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo