Imre Hermann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Imre Hermann (Budapest, 13 novembre 1899Budapest, 22 febbraio 1984) è stato uno psicoanalista ungherese.

Fu uno dei maggiori esponenti della "Scuola psicoanalitica di Budapest".

È stato insieme con Melanie Klein allievo di Sándor Ferenczi, del quale ha poi continuato l'opera in Ungheria.

Membro della Società Psicoanlitica Internazionale sin dagli anni immediatamente successivi alla prima guerra mondiale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Disponibili in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • L'istinto filiale, Feltrinelli
  • Das Ich und das Denken (1929)
  • Psicoanalisi e logica (titolo originale Psychoanalyse und Logik, 1924), Di Renzo Editore (1989)
  • Psicoanalisi come metodo (titolo originale Psychoanalyse als Methode I ed. 1933, II ed. 1963), Di Renzo Editore (1990)
  • Perversione e musicalità. Un contributo alla dinamica della perversione Di Renzo Editore (1997)

Solo in ungherese[modifica | modifica wikitesto]

  • Az ember osi ösztönei (gli istinti primitivi dell'uomo), Magveto (1984)
  • Az antiszemitizmus lélektana, Cserépfalvi Kiadása (1990)
Controllo di autorità VIAF: (EN131026 · LCCN: (ENn85309529 · ISNI: (EN0000 0000 8079 3119 · GND: (DE133895564 · BNF: (FRcb12612764b (data) · NLA: (EN36001898
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie