Il miracolo di don Ciccillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il miracolo di don Ciccillo
Commedia in due atti
AutoreCarlo Buccirosso
Lingua originaleNapoletano
GenereTeatro napoletano
Composto nel2010
Prima assoluta2010
Personaggi
  • Alberto Pisapia
  • Clementina, suocera di Alberto
  • Ernesto Pisapia, fratello di Alberto
  • Valeria Vitiello, moglie di Alberto
  • Vincenzo Pisapia, figlio di Alberto
  • Matteo Pisapia, figlio di Alberto
  • Titina, governante
  • Pasquale Cinquegrana, medico
  • Angela, infermiera assistente di Cinquegrana
  • Don Ciccillo, curato
 

Il miracolo di don Ciccillo è una commedia teatrale in lingua napoletana scritta da Carlo Buccirosso.

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda è ambientata a Napoli. Il ristoratore in disgrazia Alberto Pisapia è perseguitato dalle tasse inevase e dalla suocera Clementina, funzionaria di Equitalia, che lui ritiene essere la responsabile di tutte le sue disgrazie (e che, per questa ragione, tenterà più volte di sopprimere), insieme al fratello commercialista e a un postino nano, latore delle cartelle esattoriali. A contorno della storia, agiscono anche gli altri personaggi: la moglie di Pisapia, ex cantante dalla splendida voce, depressa; i figli e una governante che offre camomilla a tutti e in ogni occasione. Completano i personaggi la figura di un medico, assistito da una giovane infermiera e soprattutto quella del curato don Ciccillo, figura marginale ma deus ex machina per risolvere l'intreccio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Teatro