Il disprezzo (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il disprezzo
Autore Alberto Moravia
1ª ed. originale 1954
Genere romanzo
Lingua originale italiano

Il disprezzo è un romanzo di Alberto Moravia del 1954. Prima della pubblicazione, il romanzo era intitolato Il fantasma di mezzogiorno, titolo usato in alcune traduzioni in inglese (The Ghost at Noon o Contempt).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Riccardo Molteni è un giovane scrittore sposato con Emilia. Quando per accontentare la moglie decide di comprare casa, si vede costretto ad accettare il lavoro di sceneggiatore. Battista, produttore cinematografico di successo, lo assume per una prima sceneggiatura, per poi affidargli una sceneggiatura più importante, relativa a un progetto di film sull'Odissea. Pur essendo fedele ad Emilia, si accorge che lei invece si sta raffreddando nei suoi confronti, finché lei infine ammette di disprezzarlo.

Quando con Emilia viene invitato a Capri alla villa di Battista per lavorare sulla sceneggiatura con il regista tedesco Rheingold, Riccardo vede Battista baciare Emilia. Ciò lo spinge a decidere di abbandonare il progetto di lavoro e fare ritorno a Roma. Il mattino, al risveglio, trova un messaggio da parte della moglie che lo avverte che lei è già partita con Battista. Mentre Riccardo passa il resto della giornata a Capri, i due fuggitivi hanno un incidente d'auto nel quale Emilia perde la vita.

Adattamento cinematografico[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è stato portato sul grande schermo da Jean-Luc Godard nel film omonimo del 1963 con Brigitte Bardot e Michel Piccoli.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura