Il bacio della donna ragno (opera teatrale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il bacio della donna ragno
Dramma in due atti
AutoreManuel Puig
Titolo originaleEl beso de la mujer araña
Lingua originaleSpagnolo
Fonti letterarieIl bacio della donna ragno di Manuel Puig
AmbientazioneUna prigione di Buenos Aires, autunno 1975
Composto nel1983
Prima assoluta20 settembre 1985
Bush Theatre (Londra)
Prima rappresentazione italiana22 agosto 1987
Parco della Versiliana (Marina di Pietrasanta)
Personaggi
  • Molina
  • Valentín
 

Il bacio della donna ragno (El beso de la mujer araña) è un dramma dello scrittore argentino Manuel Puig, adattamento teatrale del suo romanzo omonimo. Scritta nel 1983 e portata in scena per la prima volta a Londra nel 1985, la pièce si concentra esclusivamente sul rapporto tra i due protagonisti, eliminando tutti gli altri personaggi del romanzo.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una prigione di Buenos Aires due detenuti, Luis Molina e Valentín Arregui, dividono una cella: il primo è una donna transgender, mentre l'altro è un rivoluzionario marxista. Nonostante le notevoli differenze, i due si avvicinano nel corso della convivenza forzata e Molina, che sconta una condanna per "corruzione di minore", racconta a Valentín la trama di diversi film per intrattenerlo e fargli dimenticare della loro prigionia. Molina in realtà è stato ingaggiato dalla polizia segreta per carpire i segreti di Valentín in cambio di una riduzione di pena e della speranza di poter vedere la madre malata prima che muoia. I sentimenti che Molina nutre per il compagno di cella sono però autentici e con la sua gentilezza riesce a far innamorare di lei il duro Valentín, che diventa il suo amante. Le rivelazioni di Molina le portano la libertà anticipata per buona condotta e, nel giorno del suo rilascio, Valentín la convince a portare un messaggio ai suoi compagni rivoluzionari. Ma la polizia sorveglia Molina che, quando entra in contatto con i compagni di Valentin, viene ucciso. Nel buio della sua cella e annebbiato dalla morfina, Valentín sente la voce di Molina che lo guida in un'allucinazione più serena che lo porta lontano dagli orrori della prigione.

Rappresentazioni[modifica | modifica wikitesto]

Scritto in spagnolo nel 1983, il dramma ricevette la sua prima solo nel 1985, in una traduzione in lingua inglese realizzata da Allan Baker. La prima avvenne al Bush Theatre di Londra con Simon Callow nel ruolo di Molina e Mark Rylance in quello di Valentin. La prima italiana è dell'agosto 1987, in un allestimento al Parco della Versiliana di Marina di Pietrasanta con la regia di Marco Mattolini, Emilio Bonucci nella parte di Molina e Fabio Maraschi in quella di Valentin.[2] Un nuovo revival inglese è andato in scena alla Donmar Warehouse nel 2007, con Rupert Evans e Will Keen.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mira Wiegmann, The Staging and Transformation of Gender Archetypes in A Midsummer Night's Dream, M. Butterfly, and A Kiss of the Spider Woman, Edwin Mellen Press, 2003, ISBN 978-0-7734-6891-7. URL consultato il 28 marzo 2020.
  2. ^ NEL MONDO DI MANUEL PUIG LA FEMMINILITA' E' VINCENTE - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 28 marzo 2020.
  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro