Il Golem (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Golem
Titolo originale Der Golem
Autore Gustav Meyrink
1ª ed. originale 1915
Genere romanzo
Sottogenere fantastico
Lingua originale tedesco
Ambientazione Praga

Il Golem è un romanzo di Gustav Meyrink, pubblicato a puntate su una rivista fra il 1913 e il 1914 e poi in volume nel 1915.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra di Athasius Pernath, intagliatore di pietre preziose. Un uomo scambia un giorno, nel duomo di Praga, il suo cappello con quello di Pernath, e rivive come in una visione la sua vita nell'antico ghetto di Praga. Accanto a Pernath sono due figure principali: il vecchio rigattiere Aaron Wassertrum, che funge nel racconto da genio del male; e Hillel, impiegato al municipio ebraico, e che funziona da genio del bene. Vi è inoltre lo studente di medicina Charousek, suo figlio naturale e giustiziere; e Miriam figlia di Hillel. Pernath finisce in carcere a causa di una falsa accusa di omicidio. Mentre si trova in prigione, quasi tutti gli altri personaggi della storia muoiono o scompaiono. Pernath viene scagionato, e si mette alla ricerca della adorata Miriam.

Edizione[modifica | modifica wikitesto]

  • Gustav Meyrink, Il Golem, traduzione di Carlo Mainoldi, VII ed., Milano, Bompiani (Tascabili n° 731), 2000, XVIII-268 p., ISBN 88-452-4725-2.
  • Gustav Meyrink, Il Golem, traduzione e cura A.M. Baiocco, Roma, TRE EDITORI (www.treditori.com) 2015, prima edizione annotata e illustrata con le tavole originali di Hugo Steiner-Prag, amico di Meyrink. ISBN 88-86755-65-1

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura