Ignazio Fabra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ignazio Fabra
Ignazio Fabra.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 161 cm
Peso 52 kg
Lotta Wrestling pictogram.svg
Specialità lotta greco-romana
Categoria pesi mosca
Carriera
Squadre di club
Società Sportiva Calvaruso Palermo
Vigili del Fuoco Caramanna
GS Italsider Genova
Nazionale
Italia Italia
Palmarès
Giochi olimpici 0 2 0
Mondiali 1 2 0
Giochi del Mediterraneo 0 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ignazio Fabra (Palermo, 25 aprile 1930Genova, 13 aprile 2008) è stato un lottatore italiano, due volte argento olimpico nella lotta greco-romana: ad Helsinki 1952[1] ed a Melbourne 1956[2], in entrambi i casi della categoria pesi mosca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sordomuto dalla nascita[3], fece parte di una famiglia numerosa: ebbe nove fratelli.[4] Nel 1957 si sposò con Francesca Patuano, figlia del cantante di musica leggera Vittorio Patuano. Ebbe due figli, Giovanni, nato nel 1958, anche lui cantante, e Ketty, nata nel 1963, ballerina classica.[4][5]

Iniziò al praticare la lotta grazie alla zio Nino Calvaruso che lo avviò alla disciplina[6]. Si iscrisse all'Accademia Pandolfini dove fu allenato da Vincenzo Scuderi, che fu pioniere della lotta in Sicilia.[7][8]

Rappresentò l'Italia a quattro edizioni consecutive dei Giochi olimpici estivi: Helsinki 1952, Melbourne 1956, Roma 1960 e Tokyo 1964, vincendo la medaglia d'argento nelle prime due, chiudendo al quinto posto nell'Olimpiade di casa, e al quarto in quella nipponica.

Divenne campione iridato a Karlsruhe 1955: fu il primo italiano a riuscire nell'impresa.[9] Vinse anche due argenti mondiali a Toledo 1962 e Malmö 1963.[10]

Vinse due medaglie ai Giochi del Mediterraneo: un oro nella prima edizione (Alessandria d'Egitto 1951) ed un argento nella quarta (Napoli 1963)[10].

Nel 1969 partecipò ai Giochi olimpici silenziosi di Belgrado, dove vinse l'oro.[9]

Vinse dieci titoli italiani, sette nella lotta greco-romana e tre nella lotta libera.[9]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Helsinki 1952: argento nei pesi mosca
Melbourne 1956: argento nei pesi mosca
Karlsruhe 1955: oro nei pesi mosca
Toledo 1962: argento nei pesi mosca
Malmö 1963: argento nei pesi mosca
Alessandria d'Egitto 1951: oro nei pesi mosca
Napoli 1963: argento nei pesi mosca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1952 Summer Olympics - Helsinki, Finland - Wrestling, su databaseolympics.com. URL consultato l'11 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2007).
  2. ^ (EN) 1956 Summer Olympics - Melbourne, Australia - Wrestling, su databaseolympics.com. URL consultato l'11 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2006).
  3. ^ Ignazio Fabra. Un fulgido alloro per l'Italia nella lotta greco -romana, su storiadeisordi.it. URL consultato l'11 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2009).
  4. ^ a b Accademia Scuderi Palermo: Ignazio Fabra - il Campionissimo, su Accademia Scuderi Palermo, 17 marzo 2015. URL consultato il 4 gennaio 2022.
  5. ^ Vanni Lòriga, Il grande Ignazio Fabra lascia in eredità la Lotta, in Athlon, Fijlkam, aprile 2008, pp. 38-40.
  6. ^ Fabra Ignazio, sordomuto, il campione Lotta greco-romana [collegamento interrotto], su sordionline.com. URL consultato l'11 maggio 2010.
  7. ^ La capitale della lotta - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 4 gennaio 2022.
  8. ^ Unknown, Accademia Scuderi Palermo: Maestro Vincenzo Scuderi, su Accademia Scuderi Palermo, 16 marzo 2015. URL consultato il 4 gennaio 2022.
  9. ^ a b c Il mondo della Lotta piange Ignazio Fabra, un Campionissimo, su fijlkam.it.
  10. ^ a b Fabra Ignazio (Palermo), su ccissicilia.it, Centro Comunicazione Informazione dei Sordi Siciliani. URL consultato l'11 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2007).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]