Ignazio Pietro VIII Abdel-Ahad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ignace Pierre VIII Abdel-Ahad)
Jump to navigation Jump to search
Ignazio Pietro VIII Abdel-Ahad
patriarca della Chiesa cattolica
Template-Patriarch (Latin Rite) Interwoven with gold.svg
Incarichi ricoperti Vicario patriarcale di Gerusalemme dei Siri
Esarca patriarcale di Gerusalemme dei Siri
Patriarca di Antiochia dei Siri
Eparca di Beirut dei Siri
Presidente del Sinodo della Chiesa Sira Cattolica
Nato 28 giugno 1930 ad Aleppo
Ordinato presbitero 17 ottobre 1954
Nominato vescovo 29 giugno 1996 dal Sinodo della Chiesa Sira Cattolica
Consacrato vescovo 21 giugno 1997 dal patriarca Ignazio Antonio II Hayek
Elevato patriarca 16 febbraio 2001 dal Sinodo della Chiesa Sira Cattolica
(confermato il 20 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 4 aprile 2018 (87 anni) a Gerusalemme

Ignazio Pietro VIII, nato Pierre Grégoire Abdel-Ahad (Aleppo, 28 giugno 1930Gerusalemme, 4 aprile 2018[1]), è stato un patriarca cattolico siriano, esarca patriarcale di Gerusalemme e quindicesimo patriarca della Chiesa sira.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pierre Grégoire Abdel-Ahad nasce ad Aleppo da Abdel Karim e Eugénie Tashash il 28 giugno 1930. Dopo aver frequentato gli studi elementari nella scuola parrocchiale, nel 1944 entra nel seminario minore di Gerusalemme dei padri Benedettini e nel 1948 nel seminario siriaco cattolico di Charfet in Libano, dove frequenta gli studi di filosofia e di teologia. Il 17 ottobre 1954 è ordinato prete nella cattedrale San Giorgio di Beirut per l'imposizione delle mani del patriarca Ignazio Gabriele I Tappouni.

Dal 1955 al 1965 presta il suo servizio nel seminario patriarcale di Charfet come professore ed economo. Nello stesso periodo è nominato cappellano della confraternita dell'Immacolata Concezione e fa pubblicare una nuova edizione di Dalil Al-Hadi, libro di preghiere per la messa in arabo.

Nel 1965 è nominato parroco della parrocchia siriaca di San Giuseppe a Betlemme e direttore della scuola parrocchiale.

Nel 1979 è nominato esarca patriarcale di Gerusalemme, con giurisdizione sui fedeli cattolici siriaci di Israele, Giordania e Palestina. Nel 1996 il Santo Sinodo della Chiesa cattolica sira gli conferisce la dignità episcopale con il titolo di Batne dei Siri; riceve la consacrazione episcopale dalle mani del patriarca Ignazio Antonio II Hayek nella cattedrale di Aleppo il 21 giugno 1997. Si deve alla sua opera la costruzione della parrocchia San Tommaso a Gerusalemme, con l'annesso foyer per i pellegrini.

In seguito alla nomina di Ignazio Mosé I Daoud a prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il Santo Sinodo riunito a Charfet lo elegge nuovo patriarca della Chiesa sira il 16 febbraio 2001, e il 25 febbraio successivo viene solennemente intronizzato nella cattedrale dell'Annunciazione di Beirut.

Dà le dimissioni da patriarca, accettate da papa Benedetto XVI il 2 febbraio 2008.

Muore il 4 aprile 2018 all'età di 87 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) David Cheney, Ignazio Pietro VIII Abdel-Ahad, su Catholic-Hierarchy.org. Modifica su Wikidata

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]