Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Igawa Mitsunobu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mitsunobu Igawa[1] (飯川 光誠?; ...) è stato un samurai giapponese del periodo Sengoku, servitore del clan Noto-Hatakeyama della provincia di Noto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mitsunobu servì il clan Hatakeyama della provincia Noto.

Quando, nel 1551, i maggiori servitori Hatakeyama costrinsero Hatakeyama Yoshitsugu a ritirarsi in favore del figlio, Yoshitsuna, Mitsunobu li appoggiò entrambi. I servitori istituirono un consiglio di sette membri per governare la provincia dietro al burattino Yoshitsuna; quando uno dei sette membri morì, gli Hatakeyama avrebbe misero Mitsunobu come sostituto. Era un amministratore capace ed un servitore fedele, ed aiutò gli Hatakeyama a ripristinare la propria autorità nel 1555.

Divenne monaco nel 1572, prendendo il nome di Wakasa nyūdō Sōgen (若狭入道宗玄?). Il resto della sua vita rimane sconosciuto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del Periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Mitsunobu" è il cognome.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]