Idratazione dei tessuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'idratazione dei tessuti è il processo di assorbimento e trattenimento dell'acqua nei tessuti biologici. [1]

Piante[modifica | modifica wikitesto]

Le piante terrestri mantengono un'adeguata idratazione dei tessuti mediante uno strato esterno impermeabile. Nei tessuti molli o verdi, di solito si tratta di una cuticola cerosa sull'epidermide esterna. Nei tessuti più vecchi e legnosi, nella parete cellulare secondaria sono presenti sostanze chimiche impermeabilizzanti che limitano o inibiscono il flusso di acqua. Le piante vascolari possiedono anche un sistema vascolare interno che distribuisce i fluidi in tutta la pianta.

Alcuni xerofiti, come i cactus e altre piante del deserto, hanno della mucillagine nei loro tessuti. Questa è una sostanza appiccicosa che trattiene l'acqua all'interno della pianta, riducendo il tasso di disidratazione. Alcuni semi e spore rimangono inattivi fino a quando non è presente un'adeguata umidità, momento in cui i semi o le spore iniziano a germogliare. [2]

Animali[modifica | modifica wikitesto]

Gli animali mantengono un'adeguata idratazione dei tessuti mediante[1] una pelle, un guscio o una cuticola esterni,[2] una cavità piena di liquido[3] e un sistema circolatorio.

Nell'idratazione dei tessuti senza grasso, il rapporto tra l'acqua corporea totale e la massa corporea priva di grassi, è stabile a 0,73 nei mammiferi. [3]

Nell'uomo, un calo significativo dell'idratazione dei tessuti può portare alla condizione medica di disidratazione. Ciò può derivare dalla perdita di acqua, alla perdita di elettroliti o alla perdita di plasma sanguigno. La somministrazione di fluidi idrazionali come parte della sana gestione della disidratazione è necessaria per evitare gravi complicazioni e, in alcuni casi, la morte.

Alcuni invertebrati sono in grado di sopravvivere all'essiccazione estrema dei loro tessuti entrando in uno stato di criptobiosi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Arika D. Kemp, Effects of tissue hydration on nanoscale structural morphology and mechanics of individual Type I collagen fibrils in the Brtl mouse model of Osteogenesis Imperfecta, in Journal of Structural Biology, vol. 180, n. 3, December 2012, pp. 428–438, DOI:10.1016/j.jsb.2012.09.012, PMID 23041293.
  2. ^ a b Park S. Nobel, Jaime Cavelier e Jose Luis Andrade, Mucilage in Cacti: Its Apoplastic Capacitance, Associated Solutes, and Influence on Tissue Water Relations, in Journal of Experimental Botany, vol. 43, n. 250.
  3. ^ a b (EN) Steven B. Heymsfield, Richard N. Baumgartner e Angelo Pietrobelli, Hydration of fat-free body mass: review and critique of a classic body-composition constant, in The American Journal of Clinical Nutrition, vol. 69, n. 5, 1º maggio 1999, pp. 833–841, DOI:10.1093/ajcn/69.5.833, ISSN 0002-9165 (WC · ACNP), PMID 10232621.
Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia