Humber Sceptre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Humber Sceptre
Humber zurich 2005.jpg
Una Humber Sceptre Mark I
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Rootes
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1963 al 1976
Altre caratteristiche
Altro
Stessa famiglia Sunbeam Venezia
Una rara Humber Sceptre Mark I diesel del 1964
Una Humber Sceptre Mark III del 1975: annunciata nel 1967, era basata sulla Hillman Hunter

La Sceptre è stata una autovettura costruita dal gruppo Rootes con marchio Humber dal 1963 al 1976.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

In totale di questo modello ne furono commercializzate tre serie. Le prime due furono prodotte quando la Humber faceva già parte del gruppo Rootes. Furono immesse sul mercato per essere la versione di categoria superiore della Hillman Super Minx.

La terza serie fu invece prodotta quando la Humber, come tutti i marchi del gruppo Rootes, fu rilevata dalla Chrysler. Costituiva il modello più lussuoso della serie Rootes Arrow, ed era basata sulla Hillman Hunter, anche se ne rappresentava la versione superiore.

La Sceptre fu l’ultima vettura prodotta con il marchio Humber.

Le prime due serie, la Mark I e la Mark II[modifica | modifica wikitesto]

La prima serie, la Mark I, fu prodotta dal 1963 al 1965, ed era una berlina quattro porte e quattro posti. Ne furono realizzati 17.011 esemplari. Anche la seconda serie, la Mark II, aveva le stesse caratteristiche generali, e fu fabbricata dal 1965 al 1967 in 11.985 esemplari.

L’intento del gruppo Rootes era quello di commercializzare una vettura di fascia alta, combinando però prestazioni sportive ed interni lussuosi. Queste serie della Sceptre condividevano il pavimento dell’abitacolo con la Hillman Super Minx.

Oltre a questo, con la Super Minx aveva in comune anche il motore. Per la Mark I era da 1592 cm³ di cilindrata, mentre per la Mark II il propulsore fu ingrandito a 1725 cm³. Il primo aveva un alesaggio ed una corsa che erano rispettivamente di 81,5 mm e 76,2 mm, mentre il secondo di 81,5 mm e 82,55 mm. Entrambi avevano quattro cilindri in linea, valvole in testa e possedevano l’alimentazione assicurata da due carburatori. La Mark II aveva installato anche il cambio automatico, e raggiungeva una velocità massima di 145 km/h.

Le concorrenti delle Humber Sceptre Mark I e II erano la Ford Corsair, la Rover 2000 ed i modelli contemporanei della Triumph.

La terza serie, la Mark III[modifica | modifica wikitesto]

Fu prodotta dal 1967 al 1976 in 43.951 esemplari. Come la serie che sostituì, era una berlina quattro porte e quattro posti. Derivava però dalla Hillman Hunter, di cui era il modello di categoria superiore.

Anche la terza serie della Sceptre, la Mark III, era una vettura lussuosa ed era perciò al top della gamma delle Rootes Arrow. Anche questa serie di Sceptre aveva installato il motore da 1725 cm³ di cilindrata con due carburatori della Mark II, e aveva in comune molti componenti con la Hunter.

Altre caratteristiche distintive di questa serie della Sceptre erano i fanali anteriori sdoppiati, che comunque condivideva con le versioni precedenti, la classica calandra cromata (anche se in versione ridotta rispetto a quella del vecchio stile Humber) e doppie luci di retromarcia. Negli interni, la Sceptre aveva installato una bella fascia in radica di noce e confortevoli sedili rivestiti in vinile.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili