Hoplitosaurus marshi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hoplitosaurus
Hoplitosaurus marshi.jpg
Femore di Hoplitosaurus marshi
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Ornithischia
Sottordine Thyreophora
Infraordine Ankylosauria
Famiglia Polacanthidae
Genere Hoplitosaurus
Specie H. marshi

L'oplitosauro (Hoplitosaurus marshi) è un dinosauro erbivoro appartenente agli anchilosauri, o dinosauri corazzati. Visse nel Cretaceo inferiore (Barremiano, circa 120 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Nordamerica (Dakota del Sud). È stato in passato confuso con un altro dinosauro corazzato, Polacanthus.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo dinosauro è conosciuto grazie ad alcuni fossili parziali e danneggiati, che includono costole, vertebre caudali, parte di uno scapolarcoracoide destro, frammenti degli omeri, un femore sinistro e numerosi pezzi di armatura (incluse alte spine). Secondo la ricostruzione più recente (Blows, 2001), Hoplitosaurus doveva essere un animale lungo circa 4-5 metri, alto più o meno 1,2 metri e dotato di una corazza costituita da vari elementi: nella regione del petto erano presenti lunghe spine che sporgevano verso l'esterno, mentre erano presenti spine più corte nella regione del dorso e piatte spine di forma pressoché triangolare al di sopra del bacino. La coda, invece, era dotata di piastre alte e asimmetriche, dalla base cava. Una gran quantità di ossicoli dermici di varie dimensioni, invece, ricoprivano l'intero dorso, i fianchi e la coda dell'animale.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

I fossili di questo dinosauro sono stati scoperti dal geologo Nelson Horatio Darton nel 1898 nei pressi della Buffalo Gap Station, in South Dakota. Fu poi Frederic Augustus Lucas a descrivere i resti, nel 1901, e ad attribuirli a una nuova specie del dinosauro a piastre Stegosaurus. Lo stesso Lucas, l'anno seguente, riconobbe le notevoli differenze con il genere Stegosaurus e propose un nuovo genere per questo animale, che battezzò Hoplitosaurus. Charles Whitney Gilmore, nel 1914, descrisse a fondo i fossili, provvedendo a classificarlo tra gli anchilosauri. Successivamente alcuni autori hanno considerato Hoplitosaurus un sinonimo di Polacanthus, un altro dinosauro corazzato proveniente dal Cretaceo inferiore dell'Inghilterra; ulteriori studi, tuttavia, hanno dimostrato che le presunte rassomiglianze tra la forma americana e quella europea erano piuttosto diffuse tra molti dinosauri corazzati.

Attualmente Hoplitosaurus è considerato un genere a sé stante, benché poco conosciuto e forse molto simile a Polacanthus: questi due animali, insieme ad altri dinosauri corazzati come Gastonia e Gargoyleosaurus, fanno parte di un gruppo noto come polacantidi, particolarmente diffuso nel Cretaceo inferiore. Tra le caratteristiche dell'anchilosauro nordamericano, da ricordare il femore dalla forma insolita.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Hoplitosaurus deriva dalle parole greche hoplites ("soldato che porta un'armatura") e sauros ("lucertola"), ad indicare un rettile pesantemente corazzato. L'epiteto specifico, marshi, onora Othniel Charles Marsh, un paleontologo dell'Ottocento che descrisse Stegosaurus, il dinosauro a cui venne inizialmente attribuito il fossile di Hoplitosaurus.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lucas, F.A. (1901). A new dinosaur, Stegosaurus marshi, from the Lower Cretaceous of South Dakota. Proceedings of the United States National Museum 23(1224):591-592.
  • Lucas, F.A. (1902). Paleontological notes. The generic name Omosaurus. A new generic name for Stegosaurus marshi. Science, new series 16(402):435.
  • Gilmore, C.W. (1914). Osteology of the armored Dinosauria in the United States National Museum, with special reference to the genus Stegosaurus. United States National Museum Bulletin 89:1-136.
  • Blows, W.T. (1987). The armoured dinosaur Polacanthus foxi from the Lower Cretaceous of the Isle of Wight. Palaeontology 30(3):557-580.
  • Pereda-Suberbiola, J. (1991). Nouvelle évidence d'une connexion terrestre entre Europe et Amérique du Nord au Crétacé inférior: Hoplitosaurus synonyme de Polacanthus (Ornithischia: Ankylosauria). C.R. Academie Science, Paris 313:971-976. [French]
  • Pereda-Suberbiola, J. (1994). Polacanthus (Ornithischia, Ankylosauria), a transatlantic armoured dinosaur from the Early Cretaceous of Europe and North America. Palaeontographica Abteilung A 232(4-6):133-159.
  • Carpenter, K., and Kirkland, J.I. (1998). Review of Lower and middle Cretaceous ankylosaurs from North America. In: Lucas, S.G., Kirkland, J.I., and Estep, J.W. (eds.). Lower and Middle Cretaceous Terrestrial Ecosystems. New Mexico Museum of Natural History and Science Bulletin 14:249-270.
  • Carpenter, K. (2001). Phylogenetic analysis of the Ankylosauria. In: Carpenter, K. (ed.). The Armored Dinosaurs. Indiana University Press:Bloomington, 455-483. ISBN 0-253-33964-2
  • Vickaryous, M.K., Maryańska, T., and Weishampel, D.B. (2004). Ankylosauria. In: Weishampel, D.B., Dodson, P., and Osmólska, H. (eds.). The Dinosauria (second edition). University of California Press:Berkeley, 363-392. ISBN 0-520-24209-2
  • Blows, W.T. (2001). Dermal armor of the polacanthine dinosaurs. In: Carpenter, K. (ed.). The Armored Dinosaurs. Indiana University Press:Bloomington, 363-385. ISBN 0-253-33964-2