Holly Black

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Holly Black

Holly Black, nata Riggenbach (New Jersey, 10 novembre 1971), è una scrittrice statunitense.

È nota principalmente per aver creato, in collaborazione con Tony DiTerlizzi, la saga Spiderwick - Le cronache, erroneamente chiamata Le cronache di Spiderwick.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il College of New Jersey, Holly Black collaborò con alcune riviste mediche come The Journal of Pain mentre frequentava la Rutgers University.

Nel 1996 collaborò con d8, rivista dedicata ai giochi di ruolo.

Pubblicò il suo primo romanzo nel 2002, Tithe: A Modern Faerie Tale, tradotto in italiano come La fata delle tenebre.

Raggiunse però la fama mondiale grazie a Spiderwick - Le cronache (serie dalla quale è stato tratto un film, che ha di gran lunga aiutato ad aumentare la fama della pentalogia).

Con Doll Bones vinse il Newbery Honor e il Mythopoeic Award.

Il romanzo per giovani adulti, Nel profondo della foresta, segnò il suo ritorno alla letteratura dalle atmosfere fiabesche.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sua madre, pittrice, l'ha cresciuta a forza di storie su fate, fantasmi e folletti, che hanno ampiamente influenzato la sua visione del mondo.

Ama collezionare libri rari sul folklore, bambole strane e cappelli.

Nel 1999 sposò Theo Black, illustratore e web designer, e con lui si trasferì ad Amherst (Massachusetts) in una casa con una biblioteca segreta.

Hanno un figlio di nome Sebastian.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Fate delle Tenebre (The Modern Faerie Tales)[modifica | modifica wikitesto]

  1. La fata delle tenebre (2005) (Tithe: A Modern Faerie Tale, 2002)
  2. Le fate sotto la città (2006) (Valiant: A Modern Tale of Faerie, 2005)
  3. La guerra delle fate (2014) (Ironside: A Modern Faery's Tale, 2007)

Il 3 giugno 2014 la Mondadori ha pubblicato la trilogia completa nel volume Fate delle Tenebre - La trilogia. Il terzo capitolo (La guerra delle fate) è disponibile solamente in questa raccolta.

Spiderwick - Le cronache (The Spiderwick Chronicles)[modifica | modifica wikitesto]

Serie scritta con Tony DiTerlizzi e composta dai seguenti volumi:

  1. Il libro dei segreti, 2004 (The Filed Guide, 2003)
  2. La pietra magica, 2004 (The Seeing Stone, 2003)
  3. Il segreto di Lucinda, 2004 (Lucinda's Secret, 2003)
  4. L'albero d'argento, 2004 (The Ironwood Tree, 2004)
  5. L'ira di Mulgarath, 2005 (The Wrath of Mulgarath, 2004)

I seguenti libri sono degli speciali, esterni alla serie:

  • Spiderwick - Le cronache. Appunti segreti sul mondo fantastico, 2006 (The Spiderwick Chronicles: Notebook for Fantastical Observations, 2005. Il libro è erroneamente conosciuto anche come Arthur Spiderwick's Notebook of Fantastical Observations)
  • Arthur Spiderwick - Il libro dei segreti. Guida magica delle creature fantastiche, 2006 (Arthur Spiderwick's Field Guide to the Fantastical World Around You, 2005)
  • Come allevare fate e folletti. Tutti i segreti degli spiritelli, 2007 (The Spiderwick Chronicles: Care and Feeding of Sprites, 2006)
  • Le Cronache di Spiderwick. Il mondo incantato, 2008. (Il titolo italiano presenta però un errore di traduzione, in quanto in Italia la serie era sempre stata chiamata "Spiderwick - Le cronache" e mai "Le cronache di Spiderwick": ciò ha fatto sì che questo libro fosse noto come Il mondo incantato. Spiderwick - Le Cronache) (The Chronicles of Spiderwick. A Grand Tour of the Enchanted World by Thimbletack, 2007)

La Mondadori ha pubblicato anche la serie completa in un unico volume, pubblicato quando uscì nelle sale il film. La raccolta s'intitola Spiderwick - Le cronache, e come immagine di copertina presenta la locandina del film.

Il nuovo mondo - Spiderwick. Le cronache (Beyond the Spidewrick Chronicles)[modifica | modifica wikitesto]

Trilogia scritta con Tony Di Terlizzi e composta dai seguenti volumi:

  1. La creatura delle acque (The Nixie's Song, 2007)
  2. Un problema gigante (A Giant Problem, 2008)
  3. Il re drago (The Wyrm King, 2009)

Questa trilogia è stata scritta sulla scia dell'onda della fama di Spiderwick - Le cronache.

I buoni vicini (The Good Neighbors)[modifica | modifica wikitesto]

(Unica serie della Black scritta in collaborazione con Ted Naifeh pubblicata in Italia da Rizzoli)

  1. Famiglia, 2011 (Kin, 2008)
  2. Fata, 2011 (Kith, 2009)
  3. Kind, 2010 - inedito in Italia

Magisterium[modifica | modifica wikitesto]

Serie scritta con Cassandra Clare.

  1. L'anno di ferro, ottobre 2014 (The Iron Trial, 9 settembre 2014)
  2. Il guanto di rame, 20 ottobre 2015 (The Copper Guantlet, 1º settembre 2015)
  3. La chiave di bronzo, 25 ottobre 2016 (The Bronze Key, 2016 - precedentemente intitolato The Cosmos Blade)
  4. La maschera d'argento, 14 novembre 2017 (The Silver Mask, 2017)
  5. La torre d'oro, 30 aprile 2019 (The Golden Tower, settembre 2018 - precedentemente intitolato The Enemy of Death)

Il Popolo dell'Aria (The Folk of the Air)[modifica | modifica wikitesto]

  • Il principe crudele, 25 settembre 2018 (The Cruel Prince - The Folk of the Air, #1, 2018)
  • The Lost Sisters - The Folk of the Air, #1.5 inedito in italiano. La storia è raccontata dal punto di vista di Taryn. Uscita inglese avvenuta il 2 ottobre 2018
  • Il re malvagio, 24 settembre 2019 (The Wicked King - The Folk of the Air, #2, 2019)
  • La regina del nulla (The Queen of Nothing - The Folk of the Air, #3, 2019). Uscita italiana prevista per il 24 novembre 2020
  • How the King of Elfhame Learned to Hate Stories - The Folk of the Air #3.5.

Durante un'intervista l'autrice ha rivelato due piccoli spoiler: nel secondo libro si assisterà a due matrimoni, mentre nel terzo e ultimo avverrà un funerale.

Libri singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • I segreti di Coldtown, 2013 (The Coldest Girl in Coldtown, 2013)
  • Doll Bones. La bambola di ossa, 2014 (Doll Bones, 2013)
  • Nel profondo della foresta, marzo 2017 (The Darkest Part of the Forest, gennaio 2015). Nonostante il libro sia autoconclusivo, il personaggio di Severin fa la propria comparsa anche ne Il principe crudele.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49459154 · ISNI (EN0000 0001 2132 2461 · Europeana agent/base/75422 · LCCN (ENn2001033287 · GND (DE124959784 · BNF (FRcb14529199b (data) · BNE (ESXX1672799 (data) · NLA (EN53816468 · NDL (ENJA00960441 · WorldCat Identities (ENlccn-n2001033287