Henri Evenepoel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Henri Evenepoel

Henri Evenepoel (Nizza, 3 ottobre 1872Parigi, 27 dicembre 1899) è stato un pittore e incisore belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Henri Evenepoel frequentò dapprima, a Bruxelles, i corsi serali di disegno dell'Académie de Saint-Josse, seguendo gli insegnamenti di Blanc Garin; in seguito s'iscrisse all'Académie del beaux arts de Paris, dove divenne allievo prima di Galland, poi di Gustave Moreau. Partecipò per la prima volta nel 1894 al Salon degli Artisti francesi e nel 1895 al Salon della Société Nationale.

I suoi paesaggi catturavano vibrazioni della luce solare e talvolta assumevano variazioni popolaresche. Ha scritto della sua arte Marco Valsecchiː Toni ocra e blu cupo risaltano fra zone cromatiche delicate, con "aplats" alla Toulouse-Lautrec. Una luminosità più accesa impregna i dipinti che fioriscono dopo il suo viaggio ad Algeri, dove già malto passa l'inverno del 1897.[1]

Durante la permanenza a Parigi subì l'influenza di Edouard Manet e dell'impressionismo e anche di certi aspetti del fauvismo. Dipinse un certo numero di ritratti di bambini, si dedicò alla litografia, disegnò manifesti pubblicitari e creò illustrazioni per libri di Edgar Allan Poe. Nonostante la lunga permanenza in Francia, mantenne la nazionalità belga.

Henri Evenepoel morì di tifo, a soli 27 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Valsecchi,  pp. 310-311.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Valsecchi, I paesaggisti dell'800, Milano, Electa-Bompiani, 1972, pp. 310-311 e tav. 230, SBN IT\ICCU\SBL\0437189.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14857408 · ISNI (EN0000 0001 0872 2620 · LCCN (ENno91026544 · GND (DE119020505 · BNF (FRcb14973475f (data) · ULAN (EN500004458