Hamud bin Mohammed di Zanzibar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hamoud bin Mohammed di Zanzibar)
Jump to navigation Jump to search
Hamud bin Mohammed
Hamoud bin mhamed.jpg
Sultano di Zanzibar
Stemma
In carica 27 agosto 1896 –
18 luglio 1902
Predecessore Khālid bin Barghash
Successore ʿAlī bin Ḥamūd
Nome completo Ḥamūd bin Muḥammad Āl Saʿīd
Trattamento Sua altezza
Onorificenze Ordine della Stella Brillante di Zanzibar, Ordine della Stella d'India
Altri titoli Sayyid
Nascita Sumail, Oman, 1853
Morte Unguja, Oman, 18 luglio 1902
Sepoltura Cimitero di Makusurani
Dinastia Āl Bū Saʿīd
Padre Sayyid Muhammad bin Saʿīd Al Saʿīd
Madre Sayyida Ziana bint Muḥammad Al Saʿīd
Consorte Sayyida Khanfora bint Majid Āl Būsaʿīdī
Figli 10 figli
Religione Islam sunnita

Sayyid Hamud bin Mohammed (Sumail, 1853Unguja, 18 luglio 1902) è stato il sultano del protettorato di Zanzibar che bandì la schiavitù sull'isola, governò dal 27 agosto 1896 al 18 luglio 1902.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenne sultano con il supporto del console britannico, Sir Basil Cave, alla morte di Hamad bin Thuwaini di Zanzibar. Prima di ottenere la carica, un altro potenziale contendente al trono, Khalid bin Barghash di Zanzibar, occupò il palazzo e si dichiarò sultano. I britannici replicarono alle 8 del giorno successivo, 26 agosto 1896, pubblicando un ultimatum per Khālid ed il suo seguito nel quale si chiedeva di evacuare il palazzo entro un'ora. Quando rifiutò, le navi da guerra britanniche spararono contro il palazzo e contro altre zone strategiche nella città, distruggendole e causando la fuga di Khālid. Fu la più breve guerra nella storia, ed il giorno seguente Ḥamūd fu in grado di assumere il titolo di sultano (più indebitato con i britannici rispetto a chiunque altro).

Ḥamūd acconsentì con la richiesta degli inglese di bandire la schiavitù a Zanzibar e che tutti gli schiavi fosse dichiarati liberi. Per questo fu decorato dalla regina Vittoria e suo figlio, nonché erede, Ali bin Hamud di Zanzibar ebbe la sua istruzione in Inghilterra. Ḥamūd morì nel 1902.

Con sua moglie, la principessa Sayyida Khanforah bint Majid Al-Busaid (figlia del primo sultano di Zanzibar), ebbe dieci figli:

  • Ali bin Hamud di Zanzibar, ottavo sultano di Zanzibar.
  • Principe Sayyid Majid bin Hamud Al-Busaid.
  • Principe Sayyid Saud bin Hamud Al-Busaid.
  • Principe Sayyid Taimur bin Hamud Al-Busaid.
  • Principe Sayyid Faisal bin Hamud Al-Busaid.
  • Principe Sayyid Muhammed bin Hamud Al-Busaid.
  • Principessa Sayyida Matuka bint Hamud Al-Busaid (sposò Khalifa bin Harub di Zanzibar, nono sultano di Zanzibar).
  • Principessa Sayyida Bashan bint Hamud Al-Busaid (sposò il principe Sayyid Said bin Ali, figlio di Ali bin Hamud di Zanzibar).
  • Principessa Sayyida Boran bint Hamud Al-Busaid.
  • Principessa Sayyida Hakima bint Hamud Al-Busaid.

Alla sua morte gli succedette il più vecchio dei figli, Ali bin Hamud di Zanzibar.

Onorificenze [1][modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze di Zanzibar[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Stella Brillante di Zanzibar - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Stella Brillante di Zanzibar

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Stella d'India (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Stella d'India (Regno Unito)
— 20 aprile 1898

Note[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie