Gymnophaps mada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Piccione montano codalunga
ColumbaMadaKeulemans.jpg
Gymnophaps mada
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Columbiformes
Famiglia Columbidae
Sottofamiglia Raphinae
Tribù Ptilinopini
Genere Gymnophaps
Specie G. mada
Nomenclatura binomiale
Gymnophaps mada
Hartert, 1899

Il piccione montano codalunga (Gymnophaps mada Hartert, 1899) è un uccello della famiglia dei columbidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

È un uccello di medie dimensioni può raggiungere una lunghezza del corpo di 36,5 centimetri. Nella forma assomiglia alle altre specie di piccioni montani ma tra tutti ha le penne della coda più lunghe.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Ha la testa e il collo grigio-blu chiaro, la gola e la zona delle orecchie sono bianco-crema. Il petto è biancastro con sfumature rossastre, il ventre e il sottocoda sono rossastri. La parte superiore del corpo è grigio-fumo con sottili frange di piume nere. Le penne da volo e la coda sono nere. La pelle intorno agli occhi è rosso brillante come le altre specie del genere Gymnophaps.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È un piccione gregario, riunito spesso in stormi di poche decine di esemplari.[3]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di frutta.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è diffusa nelle foreste montane dell'isola indonesiana Buru si trova soprattutto sopra i 930 metri.[3][1]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Il piccone montano codalunga è considerato dalla IUCN come specie a rischio minimo di estinzione(LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2012, Gymnophaps mada, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 29 luglio 2015.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Columbidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 29 luglio 2015.
  3. ^ a b c d e David Gibbs, Pigeons and Doves: A Guide to the Pigeons and Doves of the World, A&C Black, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gymnophaps mada, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli