Gustav Adolf Merkel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gustav Adolf Merkel

Gustav Adolf Merkel (Oderwitz, 12 novembre 1827Dresda, 30 ottobre 1885) è stato un organista e compositore tedesco.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

In quanto figlio di un insegnante e organista, Merkel ricevette da Ernst Julius Otto e Johann Schneider lezioni di contrappunto e organo. Per alcuni anni fu insegnante alla scuola di Dresda, nel 1858 divenne organista della Chiesa dell'orfanotrofio e nel 1860 si spostò nella Chiesa di Santa Croce. Nel 1864 divenne organista di corte nella Cattedrale della Santissima Trinità. Dal 1861 fu insegnante nel Reale Conservatorio di Musica. Dal1867 al 1873 fu direttore dell'Accademia di canto Dreyssig.

Merkel si fece una reputazione come virtuoso dell'organo e compositore di musica organistica. Fra gli altri, fu insegnante del direttore di coro di Dresda e compositore Hugo Richard Jüngst. Il 12 dicembre 1857 fu (come in precedenza Anton Dreyssig) accettato nella loggia Zum goldenen Apfel di Dresda. Nel marzo 1866 fu nominato gran maestro.

Opere (parziali)[modifica | modifica wikitesto]

Opere per organo
Nove sonate (op. 30, 42, 80, 115, 118, 137, 140, 178, 183) (revisione di Otto Depenheuer)
Orgelschule, op. 177
30 studi per pedaliera, op. 182
Mottetti[1]
Wie lieblich sind deine Wohnungen
Dies ist der Tag, den der Herr gemacht

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joachim Faller, "Gustav Adolf Merkel" in Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon (BBKL), vol. 27, Bautz, Nordhausen, 2007, ISBN 978-3-88309-393-2, pp. 966–969.
  • Robert Eitner, "Merkel, Gustav Adolf", in Allgemeine Deutsche Biographie (ADB), vol. 23, Duncker & Humblot, Leipzig 1886, p. 776.
  • Magdalene Saal, Gustav Merkel - Organist an der Kreuzkirche und an der Kath. Hofkirche. Seine geistliche Musik und sein Orgelwerk, in Matthias Herrmann (a cura di), Die Dresdner Kirchenmusik im 19. und 20. Jahrhundert, Laaber 1998, ISBN 3-89007-331-X. (= Musik in Dresden, 3.) p. 157–170.
  • Alfred Baumgartner, Propyläen Welt der Musik - Die Komponisten - Ein Lexikon in fünf Bänden, Propyläen Verlag, Berlin, 1989, ISBN 3-549-07830-7, p. 24, vol 4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56807248 · ISNI (EN0000 0001 0975 232X · LCCN (ENn85388717 · GND (DE119149575 · BNF (FRcb14006843n (data) · CERL cnp01339748 · WorldCat Identities (ENn85-388717
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie