Guild Wars: Eye of the North

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guild Wars: Eye of the North
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazione31 agosto 2007
GenereMMORPG, Videogioco di ruolo
OrigineStati Uniti
SviluppoArenaNet
PubblicazioneNCsoft Corporation
SerieGuild Wars
Modalità di giocomultiplayer, CORPG
Periferiche di inputMouse, Tastiera
SupportoDVD-ROM
Requisiti di sistemaProcessore Microsoft Windows Vista/XP/2000/ME/98, Intel Pentium III a 1 GHz o equivalente, 512 MB di RAM, Unità DVD-ROM, 4 GB di spazio libero sul disco rigido, scheda video ATI Radeon 8500 o NVIDIA GeForce 3 con 64 MB di VRAM, scheda audio a 16 bit, connessione a internet, DirectX 8

Guild Wars: Eye of the North (spesso abbreviato in GWEN) è l'ultima espansione per il videogioco Guild Wars. Essendo un'espansione, è richiesta quantomeno una delle tre campagne (Prophecies, Factions, Nightfall) per poter giocare. Come per gli altri 3 videogiochi della serie, GWEN è stato completamente tradotto in italiano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore dovrà recarsi a Tyria per affrontare una terribile minaccia che si nasconde nel sottosuolo: il Gran Distruttore. Per fare ciò dovrà reclutare nuovi alleati tra 4 diverse fazioni: i Nani di Deldrimor, l'Avanguardia d'Ebano (umani), i Norn (guerrieri alti quasi 3 metri che vivono nell'estremo nord di Cimefredde) e gli Asura (piccoli umanoidi incredibilmente intelligenti, che dimorano sotto la superficie di Tyria e che considerano le altre razze inferiori alla loro).

Nel corso dell'avventura ci si avventurerà anche nelle Terre Profonde di Tyria: si tratta di una struttura formata da caverne naturali e scavi abbandonati dalle civiltà del passato. Le Terre Profonde di Tyria sono connesse da una serie di portali magici che permettono di viaggiare in un battibaleno attraverso chilometri di massa mineraria.

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Eroi[modifica | modifica wikitesto]

GWEN permette al giocatore di reclutare e aggiungere alla sua squadra ben 10 nuovi Eroi:

  • Gwen: ipnotizzatrice umana; nata ad Ascalon, fu catturata e fatta schiava dai Charr, ma riuscì a fuggire; la sua dimore è l'Occhio del Nord, quartier generale dell'Avanguardia d'Ebano, dove combatte al servizio del Capitano Langmar;
  • Vekk: elementalista Asura; giovane e volenteroso, è considerato una delle menti più acute della sua gente;
  • Jora: guerriera Norn; insieme a suo fratello Svanir, la giovane Norn attraversò altopiani ghiacciati e vallate in cerca delle miglior prede (la caccia è ciò che rende degno di rispetto un Norn);
  • Ogden Curapietra (Ogden Stonehealer): Nano mistico; fedele al sovrano dei Deldrimor, crede profondamente nel Grande Nano ed è a conoscenza delle antiche profezie del Gran Distruttore;
  • Xandra: ritualista Luxon; figlia di Juno, la leader del Clan della Tartaruga;
  • Anton: assassino di Ascalon; serve l'Avanguardia d'Ebano in qualità di ricognitore;
  • Livia: negromante della Lama Lucente; si è diretta nelle Terre Profonde per porre termine alla guerra civile a Kryta;
  • Kahmu: derviscio di Elona; nativo di Vabbi, ha sfidato e sconfitto alcuni tra i più valorosi combattenti Norn;
  • Hayda: paragon della Lama Lucente; impulsiva e presuntuosa, è una giovane che viaggia per puro divertimento, ponendo fiducia illimitata nelle proprie capacità;
  • Pyre Tiroferoce (Pyre Fierceshot): esploratore Charr; è un reietto che viene perseguitato dai Charr Sciamani per aver osato dichiararsi apertamente contrario al loro modo di agire.

Abilità e armature[modifica | modifica wikitesto]

Guild Wars: Eye of the North aggiunge 40 nuovi set di armature: Nani, Avanguardia, Norn e Asura per tutte e 10 le professioni.

Inoltre sono presenti 150 nuove abilità, compresa la trasformazione in orso.

Sotterranei[modifica | modifica wikitesto]

In GWEN è presente un vasto sistema sotterraneo che percorre tutto il continente di Tyria e che comprende 18 sotterranei a più livelli.

Galleria dei Ricordi[modifica | modifica wikitesto]

La Galleria dei Ricordi (Hall of Monuments) è un'area esplorabile situata all'interno della fortezza dell'Occhio del Nord, nelle Cimefredde Remote. La Galleria contiene 5 piedistalli, ognuno dedicato a un diverso tipo di risultato sbloccabile o di gioco, nei quali è possibile esporre tutto ciò che il giocatore ha conseguito in tutte le campagne (non solo a GWEN quindi):

  • il Monumento all'Amicizia mette in mostra gli Eroi e le mascotte (se ne possono mostrare 5 nello stesso momento);
  • il Monumento alla Devozione mette in mostra le miniature (se ne possono posizionare un qualsiasi numero ma è possibile mostrarne solo 20 nello stesso momento);
  • il Monumento all'Onore consente di conservare i titoli e le conquiste in un unico luogo (se ne possono mostrare 5 nello stesso momento);
  • il Monumento al Valore contiene le armi speciali ottenute (se ne possono mostrare 11 nello stesso momento);
  • il Monumento alla Resistenza contiene i set di armatura più prestigiosi (se ne possono mostrare 5 nello stesso momento);

Ogni giocatore ha la sua Galleria (e solo lui vi può accedere, a meno che non porti insieme a sé un amico).
Tutto ciò che verrà esposto nella Galleria dei Ricordi darà diritto al giocatore di sbloccare in Guild Wars 2 eroi, mascotte, armi e altro ancora.

Requisiti di sistema[modifica | modifica wikitesto]

Requisiti minimi[modifica | modifica wikitesto]

Processore Microsoft Windows Vista/XP/2000/ME/98, Intel Pentium III a 1 GHz o equivalente, 512 MB di RAM, Unità DVD-ROM, 4 GB di spazio libero sul disco rigido, scheda video ATI Radeon 8500 o NVIDIA GeForce 3 con 64 MB di VRAM, scheda audio a 16 bit, connessione a internet, DirectX 8.

Requisiti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Microsoft Windows Vista/XP/2000, Intel Pentium 4 a 2 GHz o equivalente, 1 GB di RAM, Unità DVD-ROM, 4 GB di spazio libero sul disco rigido, scheda video AT Radeon GeForce FX 5700 o superiore, scheda audio a 16 bit, connessione a internet, DirectX 9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]