Guidotto da Bologna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Guidotto da Bologna (... – XIII secolo) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di Guidotto non si possiedono notizie biografiche sicure. Si ipotizza che fosse un frate domenicano e che insegnasse a Bologna. Insegnò retorica nello Studio di Siena tra il 1278 e il 1282.

Scrisse un trattato intitolato "Fiore di rettorica" che, nella versione originale del codice Marciano X 21, riporta una dedica a "Manfredi Lancia re di Cicilia". L'opera è un volgarizzamento di uno dei testi fondamentali della retorica latina, la Rhetorica ad Herennium, testo che per errore il Medioevo attribuiva a Cicerone.[1]

Del Fiore ci sono pervenute altre tre edizioni senza dedica: una attribuita a Bono Giamboni le altre due ad autori anonimi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiore di rettorica, a c. di B. Gamba, Alvisopoli, Venezia, 1821
  • Fiore di rettorica, redazione toscana attribuita a Bono Giamboni, a cura di D. M. Manni, Firenze, 1735
  • A. Gazzani, Frate G. da B. Studio storico-critico con testo di lingua inedito del sec. XIII, Bologna, 1885
  • F. Tocco, Il Fior di rettorica e le sue principali redazioni secondo i codici fiorentini, in "Giornale storico della letteratura italiana", XIV (1889)
  • La prosa del Duecento, scelta antologica a cura di C. Segre e M. Marti, Ricciardi, Milano-Napoli, 1959, pp. 105-30.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. ENZO QUAGLIO, Retorica prosa e narrativa del Duecento, in La poesia realistica e la prosa del Duecento, Letteratura italiana Laterza, p.102

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47568042 · SBN IT\ICCU\RAVV\077769 · GND (DE119285053 · BAV ADV10181037